$ 500.000 in contanti sono stati rubati da Monarch Casino in Colorado

$ 500.000 in contanti sono stati rubati da Monarch Casino in Colorado

La più grande rapina è avvenuta il 12 marzo nelle prime ore del mattino al Monarch Casino di Black Hawk, in Colorado. Il rapinatore ha preso $ 500.000 in contanti.

Una rapina attentamente pianificata:

Secondo gli investigatori, durante le prime ore del mattino dell’ora legale, un cassiere ha lasciato i locali del Monarch Casino con $ 500.000 in contanti.

Poi, alle 12:45, la stessa cassiera, identificata come Sabrina Eddy, 44 anni, è stata ripresa da un video mentre cercava di prelevare mattoni per un valore di 50.000 dollari dal caveau della gabbia del casinò, ha dichiarato un investigatore della Division of Gaming in una dichiarazione giurata.

A questo proposito, l’affidavit aggiungeva: “Ogni volta che Eddy afferrava le pile, le metteva nella stessa scatola. Ha messo quello che sembrava essere uno straccio nella scatola e, verso le 00:55, ha chiuso la scatola con nastro adesivo.

Poi è uscita dalla gabbia del casinò fino al parcheggio, è salita su un minivan dorato e se n’è andata.

In quella nota, gli investigatori hanno aggiunto: “È tornata un’ora dopo e ha afferrato altri quattro mattoni di banconote – per un totale di mezzo milione di dollari in tutto – prima di ripartire”.

Commentando la rapina, Ron Kammerzell, ex capo della Colorado Division of Gaming che ora lavora come consulente normativo per l’industria del gioco, ha dichiarato: “Perché qualcosa del genere accada, avrebbe dovuto sconfiggere una serie di livelli diversi dei controlli del casinò all’interno della proprietà.

“Non ho mai sentito parlare di un furto al casinò di questa portata da quando il gioco è diventato legale nello stato nel 1991.

“La Division of Gaming indagherebbe sul furto e sulle politiche e procedure di Monarch che lo hanno permesso. Una delle cose più grandi è cercare di identificare cosa è andato storto e come impedire che ciò accada in futuro.

Tuttavia, una portavoce della Division of Gaming, Suzi Karrer, non ha voluto commentare e non ha voluto rispondere a ulteriori domande.

La conferma arriva dal luogo della rapina:

I funzionari del Monarch Casino hanno confermato che la rapina era effettivamente avvenuta, ma hanno rifiutato di fornire ulteriori dettagli, citando l’indagine in corso.

A tal proposito, Erica Ferris, una portavoce, ha dichiarato: “Come azienda, a volte accadono cose sfortunate. Siamo stati fortunati in passato”.

L’indagato si è dichiarato non colpevole:

L’affidavit afferma che “Eddy ha insistito sul fatto che non ha fatto nulla di sbagliato e ha detto che pensava che i capi del casinò le avessero detto di ritirare i soldi.

“Ha detto agli investigatori di aver ricevuto una chiamata sul telefono del casinò da un uomo che pretendeva di essere il capo delle operazioni di Monarch. Lui e un altro uomo, che lei credeva fosse un gestore di gabbie mentre scambiavano messaggi con lui, le dissero che il casinò aveva un problema con un ordine UPS e aveva bisogno di soldi o il casinò avrebbe violato il contratto.

“Ha detto che i due uomini le hanno detto che i fondi sarebbero stati consegnati a un avvocato. Ha portato la scatola al St. Anthony’s Hospital, dove un uomo è venuto alla sua porta e l’ha presa verso le 4:36 del mattino.

“Quando ha cercato di richiamare gli uomini che le avevano ordinato di ritirare i soldi, ha detto agli investigatori che non c’era risposta. In quel momento, ha chiamato il casinò per informarli che stava tornando al casinò.

Inoltre, l’affidavit sottolineava che “Eddy ha informato il casinò di aver prelevato denaro dalla proprietà e ha pensato che potesse essere arrestata.

Eddy ha detto agli investigatori che era a conoscenza delle procedure del casinò, ma ha detto che non le ha seguite perché era stata istruita da un “membro del casinò” a fare diversamente.

In quella nota, l’affidavit diceva: “Eddy ha continuato a dichiarare di non aver fatto nulla di male, ma stava solo eseguendo gli ordini che credeva avesse [been] messo fuori dal casinò.

Eddy è stato portato nella prigione della contea di Gilpin più tardi quel giorno perché sospettato di furto e non è riuscito a pagare la cauzione.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0