Caesars e MGM beneficeranno della chiusura dei casinò di Las Vegas

Caesars e MGM beneficeranno della chiusura dei casinò di Las Vegas

Secondo un analista di gioco con sede a Las Vegas, le recenti chiusure di due importanti proprietà sulla Strip di Las Vegas andranno probabilmente a beneficio dei più grandi operatori di casinò, Caesars Entertainment e MGM Resorts International. Questi due giganti, che gestiscono collettivamente 16 casinò-hotel e cinque hotel non dedicati al gioco, sono pronti a ottenere sostanziali guadagni economici dalla chiusura del Tropicana Las Vegas ad aprile e dall’imminente chiusura del Mirage il 17 luglio.

Impatto sull’offerta e sulle tariffe delle camere d’albergo:

Le chiusure ridurranno significativamente il numero di camere d’albergo disponibili sulla Strip, che dovrebbe salire tariffe medie giornaliere (ADR) e conseguentemente aumentare i margini di ricavo per gli operatori esistenti. John DeCree, direttore della ricerca azionaria presso CBRE Group Inc., una società immobiliare commerciale, ha sottolineato in una nota del 2 luglio agli investitori che Caesars e MGM sono “nella posizione migliore” per trarre vantaggio da questa situazione. I loro vantaggi strategici includono un ampio inventario di camere, posizioni privilegiate nel centro della Strip e una maggiore attrattiva per gli ospiti “sensibili al prezzo”.

IL Tropicana aveva 1.467 camere d’albergo, mentre il Miraggio attualmente vanta 3.044 camere. Insieme, queste chiusure rappresentano una riduzione del 4,9% nell’offerta di camere d’albergo nel corridoio principale della Strip di Las Vegas, secondo Decreto.

Tra i due immobili, il Lo spegnimento di Mirage si prevede che avrà un impatto più significativo. CBRE stima che il Mirage abbia generato circa 1 milione di pernottamenti occupati $ 596 milioni nelle entrate e $ 169 milioni dell’utile prima di interessi, imposte, svalutazioni e ristrutturazioni (EBITDAR) nel 2023.

“Ciò rappresenta una domanda di fondo significativa per la Strip di Las Vegas che avrà bisogno di trovare una casa”, ha scritto DeCree, come riporta il Las Vegas Review-Journal. Lui ci crede Cesare E MGMcon il loro consistente inventario di camere, in particolare nella classe di attività di medio livello dentro e intorno alla Strip centrale, sono ben posizionati per assorbire la domanda sostituita dal Mirage.

Aumenti delle entrate previsti:

MGM, che controlla 37.243 stanze sul corridoio principale delle località (40,4% dell’offerta), potrebbe vederne un ulteriore $ 69 milioni a 102 milioni di dollari di EBITDAR annualizzato, sulla base dell’analisi di CBRE. Cesare, con 20.630 camere d’albergo sulla o nelle vicinanze della Striscia (22,4% dell’offerta totale), potrebbe potenzialmente generare un $ 31 milioni extra a $ 49 milioni in un EBITDA incrementale sfruttando la domanda sostituita dal Mirage, ha osservato DeCree.

Mentre Cesare E MGM dovrebbero trarne benefici significativi, l’analisi CBRE rileva anche potenziali sfide. Considerati i tassi di occupazione già elevati, gli eventi su larga scala e i fine settimana di punta potrebbero mettere a dura prova la disponibilità delle sale. Di conseguenza, DeCree suggerisce che i viaggiatori attenti al budget potrebbero rivolgersi a The Strat, che potrebbe vedere un aumento dell’occupazione. Al contrario, è probabile che gli ospiti di fascia alta preferiscano le due proprietà di lusso di Wynn.

Wynn potrebbe guadagnare ovunque da $ 8,7 milioni a $ 31,4 milionimentre Golden Entertainment, la società madre di The Strat, potrebbe vedere un aumento da 2,5 milioni di dollari a 4,5 milioni di dollari nell’EBITDAR dalla chiusura di Mirage.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0