Cambiamenti alle leggi sul gioco d’azzardo online nei Paesi Bassi e in Belgio

Cambiamenti alle leggi sul gioco d'azzardo online nei Paesi Bassi e in Belgio

Nei Paesi Bassi, il Parlamento olandese ha approvato un mandato che invita il governo del paese europeo a introdurre severi limiti fissi di deposito tra operatori per il mercato del gioco d’azzardo online insieme a una più severa repressione normativa. La mozione per imporre “limiti generali di gioco” è stata proposta dalla leader del partito ChristenUnie (CU) e membro del Parlamento (MP) Mirjam Bikker.

Limite di perdita universale

Fervente critico delle attuali normative sul gioco d’azzardo online nei Paesi Bassi, Bikker avrebbe presentato una petizione per un “limite di perdita universale” che abbraccia tutti i 27 operatori olandesi autorizzati “senza la possibilità di offrire ai clienti un aumento”. Questa misura richiede modifiche al Remote Gambling Act (KOA) entrato in vigore il 1 aprile 2021, momento in cui è esploso il tanto atteso mercato legale. La legge consentiva agli operatori, come ComeOn Netherlands Casino, di presentare richieste all’agenzia per una licenza per offrire gioco d’azzardo su Internet nei Paesi Bassi.

A differenza delle precedenti bozze di proposte annunciate dal Ministero di Giustizia e Sicurezza, la nuova misura di protezione dei consumatori per il mercato del gioco d’azzardo online dei Paesi Bassi introdotta il 13 febbraio 2024, i limiti di deposito non potevano essere aumentati a seguito di un controllo di accessibilità.

Controlli sui rischi finanziari

Prima del voto, il mandato dell’UC è stato respinto dal ministro della Tutela giuridica, Franc Weerwind, il quale ha sostenuto che il controllo dei rischi finanziari era stato incorporato negli emendamenti imminenti e approvati. Ha invece raccomandato alla Camera di dare il via libera ai controlli obbligatori sui rischi finanziari per i conti dei giocatori con una spesa superiore a 350 euro.

Weerwind, il cui compito è supervisionare le riforme KOA, ha sostenuto che un limite di perdita sarà introdotto dal mercato KOA, imponendo una restrizione di spesa di 150 € sui conti di gioco di qualsiasi cliente di età inferiore ai 24 anni. in un possibile conflitto con le modifiche proposte dal Ministro alla legge KOA.

Il deputato Bikker ha esortato il Ministro Weerwind a “ripensare la progettazione delle tutele olandesi sul gioco d’azzardo online” e ad imporre un limite fisso di perdita agli operatori KOA entro la fine dell’anno.

Sanzioni finanziarie più severe

Michiel van Nispen, che è anche membro della Camera dei Rappresentanti (Tweede Kamer) dei Paesi Bassi per il Partito Socialista (SC), ha proposto una seconda mozione per imporre sanzioni finanziarie più severe per le violazioni del gioco d’azzardo online. Le sanzioni proposte da Van Nispen includono multe pari al 10% del fatturato per le società di gioco d’azzardo che violano le norme KOA e la revoca della licenza per gli operatori che non riescono a proteggere in modo soddisfacente i giocatori. Il mandato è stato sostenuto da 102 parlamentari e il mandato è stato approvato.

Secondo quanto riferito, Van Nispen ha detto…

“L’SP vuole sanzioni e misure severe contro quelle cattive società di gioco d’azzardo. Per quanto ci riguarda, all’ammonizione segue la multa, che fa davvero male, ad esempio, al 10% del fatturato. A nostro avviso i permessi dovrebbero essere revocati anche in caso di recidiva. È mai successo il ritiro di un permesso? Non la penso così. Per quanto ci riguarda: fine della storia per i cowboy senza morale”.

Divieto di pubblicità del gioco d’azzardo online

L’ultima delle tre mozioni proposte dal deputato del CDA Derk Bosswijk, che chiedevano un divieto generale della pubblicità del gioco d’azzardo, non è riuscita a raggiungere la maggioranza richiesta di 76 voti con 6 voti. E sebbene respinti dal Kamer, i ministri olandesi sostengono che il “superamento dei limiti dei giocatori” deve far parte degli emendamenti in corso da parte del governo alla legge KOA.

Dopo aver adottato le mozioni relative ai limiti di deposito tra operatori e una più intensa repressione normativa, è stato posto il terreno per il dibattito parlamentare previsto per il 7 marzo 2024 dal Comitato permanente per la giustizia e la sicurezza sul gioco d’azzardo su Internet.

Secondo la piattaforma globale di dati e business intelligence Statista, quest’anno le entrate previste nel mercato del gioco d’azzardo online dei Paesi Bassi dovrebbero raggiungere 1,19 miliardi di dollari. Inoltre, si prevede che il mercato registrerà un tasso di crescita annuo del 5,60% (CAGR 2024-2028), che, entro il 2028, porterà a un volume di mercato previsto di 1,48 miliardi di dollari.

Il Belgio aumenta l’età del gioco d’azzardo

Passando alle notizie correlate, in Belgio, la Camera dei Deputati ha approvato la nuova legislazione sul gioco d’azzardo che vedrà l’aumento dell’età minima per le scommesse (online e offline) da 18 a 21 anni. Il disegno di legge vieterà anche bonus di qualsiasi tipo. Inoltre, anche la pubblicità del gioco d’azzardo, in linea di principio, sarà vietata, a meno che non sia espressamente autorizzata in un regio decreto separato. La lotteria nazionale belga, tuttavia, sarà esentata dal divieto.

Inoltre, agli operatori di gioco d’azzardo online nel paese dell’Europa occidentale è ora vietato offrire più di un tipo di gioco d’azzardo, come scommesse sportive e casinò, tramite lo stesso sito web.

Non sorprende che il nuovo quadro normativo sia stato fortemente criticato dall’Associazione belga degli operatori di gioco (BAGO), che avverte che così facendo la protezione dei giocatori e la canalizzazione del mercato ne risentiranno e vedranno i clienti rivolgersi a fornitori di gioco d’azzardo senza licenza.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0