Chiusura del Mirage Hotel & Casino annunciata per luglio 2024

Chiusura del Mirage Hotel & Casino annunciata per luglio 2024

Un appuntamento di lunga data sulla Strip di Las Vegas si prepara a chiudere i battenti. Hard Rock International ha annunciato che il Mirage Hotel & Casino cesserà le operazioni il 17 luglio 2024. Questa chiusura segna l’inizio di una trasformazione significativa, con la proprietà destinata a diventare l’Hard Rock Hotel & Casino, caratterizzato da un iconico hotel a forma di chitarra quasi 700 piedi di altezza nel cuore della Strip.

Il programmato chiusura del Mirage Hotel & Casino il 17 luglio avvierà estesi lavori di ristrutturazione e costruzione sulla vasta proprietà di 80 acri (32 ettari). Il sito è riaprirà nel 2027 come l’Hard Rock Las Vegas, caratterizzato da una caratteristica torre alberghiera a forma di chitarra che si ergerà per quasi 700 piedi (circa 210 metri) sopra la Strip centrale.

Questa chiusura segna la seconda volta che un casinò sulla Strip chiude quest’anno. Nel mese di aprile, il Tropicana Las Vegas ha chiuso i battenti dopo 67 anni per far posto a uno stadio di baseball da 1,5 miliardi di dollari, che sarà la futura sede del trasferimento degli Oakland A’s.

Il Mirage, originariamente sviluppato dal magnate dei casinò Steve Wynn, inaugurato nel 1989 con un tema polinesiano, segnando l’avvento del primo megaresort della Strip. Questo punto di riferimento ha stimolato un boom edilizio lungo il famoso viale nel corso degli anni ’90.

L’iconica fontana vulcanica del Mirage è stata una delle prime attrazioni sul marciapiede, antecedente ai canali veneziani e alle fontane danzanti del Bellagio. L’hotel era rinomato per l’ospitalità esibizioni di Siegfried e Roy, che ha domato le tigri bianche, e per il suo spettacolo del Cirque du Soleil con la colonna sonora dei Beatles. Luglio vedrà anche calare il sipario finale sullo spettacolo a tema Beatles, che ha visto apparizioni pubbliche Paul McCartney e Ringo Starr durante i suoi 18 anni di corsa.

Nel 2022, The Mirage è diventata la prima proprietà sulla Strip ad essere gestita da una tribù di nativi americani. Hard Rock Internazionale, di proprietà della tribù Seminole della Florida, ha acquistato The Mirage da MGM Resorts in un accordo in contanti del valore di quasi 1,1 miliardi di dollari. Al momento dell’acquisizione, Hard Rock annunciò che la proprietà avrebbe continuato a operare sotto il marchio The Mirage per diversi anni una volta finalizzati i piani di ristrutturazione.

Posti di lavoro persi prima che se ne possano creare altri

Hard Rock International lo ha ora confermato più di Saranno licenziati 3.000 dipendenti come parte della transizione, secondo l’Associated Press, con una stima di 80 milioni di dollari stanziati per i pacchetti di buonuscita. Tuttavia, i funzionari di Hard Rock hanno dichiarato che la nuova proprietà non solo rivitalizzerà l’area ma raddoppierà anche il numero di posti di lavoro attualmente disponibili presso The Mirage.

JimAllen, presidente di Hard Rock International, ha espresso gratitudine alla comunità di Las Vegas e al team Mirage per il loro supporto. “Vorremmo ringraziare la comunità di Las Vegas e i membri del team per aver accolto calorosamente l’Hard Rock dopo aver trascorso 34 anni al Mirage”, ha detto Allen. Ha inoltre ringraziato i sindacati, i leader della comunità, le organizzazioni governative locali e statali e la Gaming Commission per il loro sostegno e le giuste negoziazioni nell’ultimo anno. Inoltre, Allen ha riconosciuto la MGM per la sua assistenza durante la transizione.

Joe Lupo, Presidente del Mirage, ha anche espresso il suo apprezzamento per i membri del team. “Mentre siamo in pausa per l’incredibile trasformazione di questa proprietà iconica, vorrei ringraziare tutti i membri del team di The Mirage per il loro incredibile impegno e per averci aiutato a fornire esperienze memorabili ai nostri ospiti”, ha affermato Lupo. Ha inoltre menzionato l’intenzione di ospitare eventi di assunzione collaborativi con altri datori di lavoro locali per aiutare i membri del team Mirage a trovare nuove opportunità di lavoro, sottolineando la priorità di collegarli a una nuova occupazione.

I dipendenti di The Mirage hanno condiviso i loro sentimenti riguardo alla chiusura. Molti hanno espresso un profondo legame con la proprietà, che ha rappresentato una parte significativa della loro vita. Alan Feldmann, ex dirigente del Mirage, ha riflettuto sull’impatto dell’hotel sin dalla sua apertura nel 1989. “Sapevamo di avere qualcosa di speciale con il Mirage, e ha dimostrato di fare esattamente quello di cui stavamo parlando”, ha detto Feldman a FOX5. “Ha davvero cambiato il paradigma del modo in cui gli hotel di Las Vegas vengono progettati e presentati al pubblico. Di conseguenza, la città è cambiata per sempre in meglio”.

Feldman ha riconosciuto l’inevitabilità del cambiamento Striscia di Las Vegas. “Per quanto mi piacerebbe che The Mirage durasse per sempre, devo tornare a quella convinzione fondamentale che facciamo bene quando siamo disposti a separarci da alcune cose del passato e provare cose nuove”, Egli ha detto. “Sono triste che il vulcano stia per scomparire? Ovviamente. Ma devo dirtelo, sono piuttosto entusiasta all’idea che un enorme hotel a forma di chitarra arrivi proprio sulla Strip. È davvero bello.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0