Cipriani fa causa a Scott Sibella e al Resorts World Las Vegas

Cipriani fa causa a Scott Sibella e al Resorts World Las Vegas

La lunga battaglia di un giocatore con Resorts World Las Vegas è arrivata a un nuovo livello il 9 ottobre, quando è stata presentata un’azione legale presso la Corte distrettuale degli Stati Uniti accusando l’azienda e il suo precedente presidente di mancanza di cure e di stress emotivo dovuto al suo fallimento. per impedire ai noti truffatori e alle persone condannate per reati legati al gioco d’azzardo di giocare nei casinò.

La causa:

Dopo la destituzione ufficiale dell’ex presidente, Scott Sibellaper presunta violazione delle politiche del suddetto casinò e hotel di lusso tra le notizie della stampa di un’indagine in corso da parte di Agenti della Homeland Security statunitense degli hotel di Las Vegas E Indagini penali dell’IRSche coinvolge Resorts World, questa nuova causa è stata intentata dagli avvocati David Merrill E Marshall Colea nome di un abitante della California Robert J. Cipriani, soprannominato “Robin Hood 702” sui social media. Inoltre, il mandato di comparizione relativo alla suddetta indagine sollecita Resorts World a consegnare qualsiasi tipo di comunicazione tra i precedenti clienti del casinò e i funzionari del resort.

Nella causa, Cipriani è descritto come un “appassionato giocatore d’azzardo, attivista e filantropo prolifico che dona regolarmente somme ingenti a cause educative, ambientali e di povertà per alleviare cause di beneficenza, tra le altre”. È interessante notare che Cipriani ha fatto notizia l’anno scorso quando è stato accusato di frode e rapina mentre giocava d’azzardo nel suddetto hotel-casinò, dopo una controversia tra casinò-hotel con l’ingannatore e giocatore Kizzang condannato. Roberto Alessandro, avvenuto nel novembre di due anni fa. Tuttavia, le accuse furono successivamente ridotte a “reato minore condotta disordinata”.

David Stroj era uno dei giocatori d’azzardo al Resorts World Las Vegas:

Lo ha rivelato Cipriani Davide Stroj, un allibratore illegale condannato, giocava senza ostacoli nel casinò. Inoltre, Stroj, tramite un suo familiare, possedeva una percentuale delle azioni di proprietà dell’ormai defunto Tacos El Cabron, un fast-food situato nella proprietà. Ma non è tutto; perché Cipriani ha informato la direzione di procedere con l’autorizzazione Brandon Sattlerun criminale condannato accusato di un piano di bancarotta-frode da 13 milioni di dollari, per giocare d’azzardo in detto casinò-hotel.

Quanto a lui, Cirpiani ha passato questi mesi a comunicare a molti il ​​suo obiettivo di gestione del Mondo Resort post sui social media criticare le regole normative dell’impresa. Inoltre, è arrivato al punto di chiamare in causa i massimi funzionari di casinò-hotel, coinvolgendo la società madre Il presidente del gruppo Genting, KT Limperché non hanno fatto il loro dovere in merito, anche dopo che Sibella è stata cacciata dallo studio ed esclusi i giocatori d’azzardo.

Sebbene Sibella sia stata rilasciata per violazioni normative a febbraio dopo un’indagine da parte dell’ Scheda di controllo del gioco del Nevada (NGCB) durato un anno, non ha avuto alcun effetto sulle continue critiche di Cipriani. A questo proposito, il 9 ottobre, ha pubblicato quanto segue su X (precedentemente noto come Twitter): “FEDERAL LAWSUIT intentata oggi contro Resorts World Las Vegas e Scott Sibella, dimostrando che tutto ciò che ho detto in un’e-mail a KT Lim 2 anni fa era tutto VERO. Ma KT Lim non ha fatto nulla! Non vedo l’ora di smascherare tutti questi dirigenti di casinò sporchi e corrotti!”

ColbyWilliams, L’avvocato di Sibella, ha prontamente risposto alla causa in una dichiarazione che recitava: “Mentre stiamo ancora esaminando la denuncia del signor Cipriani, sembra essere l’ultima rimaneggiamento delle accuse contro Resorts World e il signor Sibella che sono state indagate a fondo e determinate essere infondate da parte di Autorità di gioco del Nevada e altri. Ora che il signor Cipriani ha scelto di portare avanti queste questioni davanti alla corte federale, non vediamo l’ora di stabilire la loro mancanza di merito anche in quella sede”. Inoltre, secondo la causa: “Sig. Cipriani ritiene che ai criminali non dovrebbe essere consentito di scommettere denaro rubato o illecito nei casinò di Las Vegas, e ritiene inoltre che i casinò dovrebbero rispettare i loro obblighi di antiriciclaggio e di due diligence. Di conseguenza, quando il signor Cipriani si rende conto che qualcuno sta scommettendo fondi sottratti, fa ciò che è giusto e avvisa le autorità competenti e le persone responsabili di garantire un gioco d’azzardo pulito, la conservazione dei fondi rubati e la sicurezza degli avventori del casinò”.

Spese aggiuntive:

Le ulteriori accuse di Cipriani elencate nella causa sono:

  • l’azienda non ha risposto alle informazioni da lui offerte;
  • individua specificamente Sibella da prendere nessuna azione dopo essere stato informato “in più occasioni della continua presenza di giocatori d’azzardo con precedenti penali, accuse penali pendenti o che sono altrimenti al centro di indagini delle forze dell’ordine ai tavoli della RWLV”, in conformità con le informazioni stipulate nella causa;
  • il “danno irreparabile” che Sibella e l’azienda gli hanno causato con la loro passività.

Su quella nota, Colby Williams ha aggiunto secondo CDC Gaming Reports: “Non solo il signor Cipriani è stato accusato di furto, ma all’accusa del signor Cipriani è stata aggiunta anche una successiva accusa di rapina più di quattro mesi dopo l’arresto – un crimine violento e un reato di categoria B che comporta una pena minima di due anni di reclusione con un’accusa di aggravamento per una vittima presumibilmente vulnerabile. … Fu solo il 4 maggio 2022, quasi sei mesi dopo l’arresto del signor Cipriani, che queste accuse furono debitamente ritirate”. Tuttavia, prima che le accuse di reato venissero archiviate, l’ufficio del procuratore distrettuale della contea di Clark ha cercato di aumentare le condizioni di cauzione di Cipriani, accusandolo di condurre “una campagna per diffamare questa persona [Sibella]al solo scopo di convincere il casinò/hotel a revocare l’ordine di violazione di domicilio e, presumibilmente, per influenzare il procedimento penale.”

Inoltre, il caso legale coinvolge ulteriori prove che cercano di dimostrare che Cipriani sta parlando con i funzionari dell’azienda e li informa dei problemi dei giocatori d’azzardo nel loro ambiente.

Quando è stato chiesto un commento, Consulente legale generale del mondo dei resort non ha risposto prima della scadenza. Tuttavia, l’azienda aveva precedentemente affermato tramite i suoi portavoce di “mantenere la conformità con tutte le normative sul gioco”. Relativamente, quando Sibella è stato chiesto anche un commento via SMS, ha dato una risposta concisa che in parte diceva: “Molestare è un eufemismo”.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0