Crown Resorts accetta di pagare una penale di $ 450 milioni ad AUSTRAC

Crown Resorts accetta di pagare una penale di $ 450 milioni ad AUSTRAC

Crown Resorts, il più grande gruppo australiano di giochi e intrattenimento, ha raggiunto un accordo con l’Australian Transaction and Analysis Centre (AUSTRAC) per pagare una multa di 450 milioni di dollari per violazioni storiche delle leggi antiriciclaggio australiane nei suoi casinò di Melbourne e Perth.

Ammissione di colpa:

Prima di raggiungere il suddetto accordo con AUSTRAC, Crown ha ammesso di “aver operato in violazione dell’Anti-Money Laundering and Counter-Terrorism Financing Act”. Inoltre, come parte dell’accordo, Crown ha ammesso che “non è riuscita a valutare i rischi di riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo che devono affrontare i suoi casinò e non disponeva di adeguati sistemi basati sul rischio per mitigare i rischi”. Inoltre, la società ha ammesso di “non disporre di un programma di monitoraggio delle transazioni adeguato alla natura, alle dimensioni e alla complessità della propria attività e di non condurre un’adeguata due diligence continua dei clienti su una gamma di clienti specifici che presentavano rischi di riciclaggio di denaro più elevati .”

A questo proposito, in una dichiarazione, Crown Resorts ha affermato: “La decisione ha segnato un passo significativo nel correggere i nostri fallimenti del passato”. Inoltre, l’amministratore delegato di Crown, Ciarán Carruthers, ha aggiunto: “Siamo lieti di aver raggiunto questo accordo con AUSTRAC, rilevando che è ancora soggetto a esame e approvazione da parte della Corte federale e attendiamo tale decisione. Prendiamo sul serio la responsabilità che abbiamo nei confronti della comunità, delle forze dell’ordine, del nostro settore e delle parti interessate per garantire che continuiamo a rispettare i nostri obblighi AML/CTF. Non c’è spazio per il riciclaggio di denaro o il finanziamento del terrorismo in Crown o in qualsiasi altro luogo all’interno delle nostre comunità, e continueremo a investire nello sviluppo di una struttura sofisticata e solida, supportata dalle giuste capacità per combattere questo comportamento illegale. Ci impegniamo ad attuare queste riforme per rendere Crown un’azienda migliore e innalzare gli standard per l’intero settore”.

La multa richiede l’approvazione del tribunale federale:

Tuttavia, se la multa ricevesse la necessaria convalida da parte della Corte Federale, sarebbe la terza multa più grande nella storia di una società australiana. I primi due sono:

  • Westpack: è stata multata per la cifra record di 1,3 miliardi di dollari per oltre 23 milioni di violazioni antiriciclaggio;
  • Commonwealth Bank – è stata multata di 700 milioni di dollari per le cosiddette “macchine di deposito intelligenti” che hanno permesso a milioni di dollari di passare agli importatori di droga.

Inoltre, la prevista approvazione potrebbe essere modificata dalla Corte Federale, con un’udienza fissata per il 10 e 11 luglio. A questo proposito, l’amministratore delegato di AUSTRAC Nicole Rose ha dichiarato in un comunicato: “Le violazioni della legge AML/CTF da parte di Crown hanno fatto sì che una gamma di pratiche, comportamenti e rapporti con i clienti ovviamente ad alto rischio hanno potuto continuare senza controllo per molti anni. Crown ha cercato di rispondere alle carenze identificate in questi procedimenti migliorando il suo approccio alla gestione del rischio ML/TF e investendo nella sua conformità alla criminalità finanziaria. Continuiamo a lavorare a stretto contatto con Crown per garantire che il loro programma e i loro sistemi AML/CTF siano conformi e adatti allo scopo in futuro”.

Inoltre, la società è stata oggetto di commissioni reali nel Victoria e nell’Australia occidentale, nonché di un’indagine condotta da un giudice nel New South Wales. L’indagine di Bergin ha rivelato che “Crown ha facilitato il riciclaggio di denaro e ha collaborato con operatori che avevano legami con la criminalità organizzata”. La società è stata inoltre ritenuta non idonea a possedere una licenza di gioco in tutti e tre gli stati.

Blackstone si ritirerà dall’accordo se la multa supera i 750 milioni di dollari:

Nel febbraio 2022, Crown Resorts è stata acquisita dal gruppo di private equity globale Blackstone per 8,9 miliardi di dollari. Secondo i termini dell’acquisizione, a Blackstone è stato consentito di uscire dall’accordo se la sanzione fosse stata superiore a $ 750 milioni.

Allo stesso modo, nel mese di novembre, Crown è stata multata di 120 milioni di dollari dalla Victorian Gambling and Casino Control Commission (VGCCC) per aver violato i suoi obblighi di servizio responsabile. Inoltre, ad aprile, Crown è stata multata di altri 30 milioni di dollari dal VGCCC per aver concesso ai giocatori il permesso “di incassare assegni bancari intestati a se stessi, aggravando i danni del gioco d’azzardo e probabilmente favorendo l’infiltrazione criminale da parte di riciclatori di denaro”.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0