Deputato conservatore sospeso per finti investitori di gioco d’azzardo che esercitano pressioni

Deputato conservatore sospeso per finti investitori di gioco d'azzardo che esercitano pressioni

Il deputato conservatore di Blackpool South (membro del Parlamento), Scott Benton, è stato sospeso dopo aver presumibilmente offerto ai ministri della lobby per gli investitori del gioco d’azzardo e aver divulgato un documento politico riservato per un massimo di £ 4.000 al mese, spingendo la frusta del partito a essere sospesa.

L’indagine sotto copertura del Times:

Come riportato, è stato segretamente registrato da giornalisti di giornali sotto copertura che si atteggiavano a investitori in una società fasulla interessata all’industria delle scommesse e dei giochi alla ricerca di un consulente. Inoltre, Benton era solo uno degli otto parlamentari che il Times ha detto di aver contattato.

Nel video ha affermato di poter “chiedere favori ai colleghi e ottenere un facile accesso ai ministri durante la fila per i voti parlamentari”.

Inoltre, gli è stato chiesto: “Cosa potresti offrire alla falsa azienda invece di una società di pubbliche relazioni o di lobbying?

E ha detto, secondo il giornale: “Ci sono probabilmente 10 diverse società di pubbliche relazioni che conosco che stanno cercando di ottenere incontri con il ministro… La bellezza dei politici, se vuoi, è che votiamo alla Camera dei Comuni due o tre volte a giorno, e voteremo più tardi.

“Starai letteralmente all’inizio all’ingresso della sala elettorale. E se aspetti lì cinque minuti, il ministro deve passarti. E poi hai 10 minuti mentre vai alla prossima votazione per avere il suo orecchio.

Secondo il Times, Benton ha suggerito: “Potrei, se assunto, fornire informazioni in tempo reale e un facile accesso ai ministri, nonché sedermi con loro per esaminare una risposta formale a una consultazione politica riga per riga”.

Secondo quanto riferito, si è anche offerto di “mettere sul tavolo le interrogazioni parlamentari”.

Per quanto riguarda le domande scritte che i parlamentari possono presentare ai dipartimenti governativi, secondo quanto riferito ha detto ai giornalisti: “Possiamo presentare le cose agli atti pubblici e ottenere una risposta immediata entro cinque giorni lavorativi su qualsiasi domanda, cosa che ovviamente nessun altro al di fuori del regno politico può fare. “

“Benton ha tirato fuori il telefono per leggere una di queste domande che aveva presentato”, secondo il giornale. Inoltre, ha detto: “È stato inviato il 17 febbraio per conto di un’azienda, essenzialmente”. Ma non si sapeva se avesse ricevuto una ricompensa in denaro per questo.

La conversazione ha raggiunto anche documenti e informazioni governative, prima della pubblicazione dell’attesissimo libro bianco sulle modifiche alle leggi sul gioco d’azzardo.

A questo proposito, il Times ha dichiarato: “Benton ha promesso di poter garantire che sarebbe stato in grado di trasmettere una copia della recensione almeno 48 ore prima che fosse pubblicata pubblicamente, aggiungendo che avrebbe potuto fare una canzone e ballare per assicurarsi di arrivare presto accedervi”.

La conformità di Benton alle regole di Commons:

Le ipotesi hanno portato a sollevare domande sulla conformità di Benton alle regole di Commons.

L’attuale codice di condotta afferma: “E’ severamente vietato accettare compensi in cambio della difesa di una particolare questione in casa. I deputati non possono parlare in aula, votare o avviare procedimenti parlamentari per il pagamento in contanti o in natura.

In quella nota, Daisy Cooper, vice leader dei liberaldemocratici, ha dichiarato: “Queste scioccanti rivelazioni sono un’altra incriminante accusa contro lo stato del partito conservatore. Il pubblico britannico è stufo della slealtà conservatrice. Rishi Sunak deve spogliare immediatamente Benton della frusta del partito conservatore. Qualsiasi cosa di meno sarebbe una presa in giro della sua pretesa di ripristinare l’integrità.

Nella dichiarazione di Benton al Times, ha detto: “Ho accettato l’incontro per scoprire cosa comportava il ruolo”.

Ha sottolineato alcune mosse che, secondo lui, sono la prova che ha cercato di aderire al codice di condotta dei parlamentari.

A questo proposito, ha aggiunto: “Non ho fornito il mio curriculum come richiesto durante l’incontro perché temevo che quanto mi veniva chiesto non rientrasse nelle regole parlamentari”.

E in seguito, Benton ha affermato di aver “contattato il cancelliere dei Comuni e il commissario parlamentare per gli standard che mi hanno chiarito queste regole e non ha avuto ulteriori contatti con la società”.

Ha aggiunto: “L’ho fatto prima di essere informato che la società non esisteva e le persone che affermavano di rappresentarla erano giornalisti”.

In una nota correlata, nella tarda serata di mercoledì, un portavoce del capo della frusta dei Tory Simon Hart ha dichiarato che “Benton ha fatto sospendere la frusta del partito mentre è in corso un’indagine.

«Benton si è riferito al commissario parlamentare per gli standard.»

Inoltre, nella suddetta dichiarazione al Times, Benton ha affermato: “Ho contattato le autorità dei Comuni dopo l’incontro per chiedere consiglio perché ero preoccupato che ciò che mi veniva chiesto non rientrasse nelle regole parlamentari e non ci fossero stati ulteriori contatti”.

Lobbismo a pagamento a Westminister:

È probabile che l’ultima rivelazione riaccenda le accuse di cattiva condotta nel Partito conservatore e attiri l’attenzione pubblica sulle attività di lobbying pagate a Westminister, nel Regno Unito.

Si candiderà di nuovo al parlamento?

Benton è stato eletto nel 2019, ma il suo collegio elettorale è attualmente in fase di ridisegno nell’ambito di una revisione dei confini che dovrebbe iniziare prima delle prossime elezioni generali.

Tutte queste accuse, inclusa la riorganizzazione del suo collegio elettorale, sollevano la questione se e dove si candiderà nuovamente per il parlamento.

La lotta per sopprimere i secondi lavori di MP:

Le nuove rivelazioni hanno sollevato interrogativi sulla lotta per sopprimere i lavori di altri parlamentari.

Ci sono state molte storie di politici di alto livello che hanno offerto i loro servizi a compagnie straniere. Esempi di tali storie sono:

  • il precedente ministro Tory Owen Paterson ha commesso una violazione “eclatante” delle regole della legge sulle tasse e alla fine si è dimesso dopo che un’aspra lite è stata scatenata dai tentativi del governo di risparmiargli la sospensione;
  • recentemente, i precedenti ministri di gabinetto Matt Hancock e Kwasi Kwarteng hanno accettato di lavorare per £ 10.000 al giorno per promuovere gli interessi di un’altra società fasulla dopo essere stati truffati dal gruppo della campagna Led By Donkeys.

Tuttavia, entrambi i parlamentari hanno ripudiato qualsiasi illecito.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

100
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis