Giocatori di poker uomini e donne: analisi delle differenze comportamentali

Giocatori di poker uomini e donne: analisi delle differenze comportamentali

Alcuni attenti osservatori del poker credono che ci siano sottili differenze tra i giocatori di poker uomini e donne, e queste possono essere rafforzate da vari studi psicologici condotti negli ultimi anni.

Ma che impatto ha realmente il genere ai tavoli da poker? Ci sono certamente alcune sfumature intriganti che possono essere esplorate nel settore del poker. Diamo un’occhiata ai risultati scientifici basati sulle interazioni emotive e sociali, oltre a resoconti aneddotici e di prima mano, che si spera ci forniscano una migliore comprensione del genere nell’attuale boom del poker.

Tolleranza al rischio: le donne giocano a poker con più cautela rispetto agli uomini

Sappiamo già che il poker può essere un gioco altamente strategico, e uno degli ingredienti chiave della strategia ai tavoli dei tornei include il calcolo frequente del rischio rispetto alla ricompensa. Studi recenti pubblicati da Neuroscience News hanno indicato che esistono differenze di genere osservabili nel comportamento di assunzione di rischi, sulla base di una ricerca condotta dall’Università di Bath nel Regno Unito.

“La ricerca rivela che le donne sono più avverse al rischio rispetto ai giocatori di sesso maschile a causa della maggiore sensibilità alle potenziali perdite. Al contrario, alcuni dei migliori giocatori di poker giocano con maggiore ottimismo e sono più disposti a prendersi dei rischi”.

Tale ricerca suggerirebbe che l’assunzione di rischi nel poker possa essere definita anche in base al genere, se si considerano alcuni dei risultati chiave. Questi includevano la scoperta che le perdite di reddito hanno un impatto psicologico minore per gli uomini, rispetto alle donne.

Tuttavia, cosa altrettanto interessante, lo studio ha rilevato che non vi era alcuna differenza di genere significativa in risposta agli aumenti di reddito.

Linguaggio del corpo e racconti: le giocatrici padroneggiano l’arte del non verbale

Uno degli aspetti più intriganti del poker possono essere le sottigliezze del linguaggio del corpo e dei racconti. Cercare di farsi un’idea della personalità del giocatore di poker è un elemento affascinante del gioco, anche se tutt’altro che facile, che spesso arriva con il tempo all’esperienza di partecipazione.

Secondo un articolo di Psychology Today del 2022, ci sono notevoli differenze nei segnali non verbali tra un giocatore di poker maschio e uno femmina. Ciò ha evidenziato una ricerca che suggerisce che “le donne leggono le persone con maggiore precisione rispetto agli uomini e sono più reattive ai segnali non verbali”. E al contrario, “gli uomini possono ammirare il potere e il controllo nascosti e sentire meno il bisogno di essere in grado di leggere l’ambiente non verbale”.

Ciò suggerirebbe anche che, in teoria, le donne hanno maggiori probabilità di eccellere nel giudicare le personalità dei giocatori di poker, quando osservano il linguaggio del corpo e i racconti non verbali.

Tuttavia, le abilità non verbali nel poker non vengono mai prese in considerazione nei tornei di poker online. Supponiamo che dopo aver dato un’occhiata ad alcune delle ultime recensioni di GambleOnlineAustralia, i giocatori di poker dell’Australia scelgano un sito affidabile e poi si diano da fare giocando al gioco che amano. A meno che non annuncino il loro genere nella chat del gioco o utilizzino un avatar femminile al tavolo da poker digitale, nessuno conosce veramente la loro vera identità di genere.

Controllo emotivo: i giocatori di poker più famosi sono esperti nel controllare le proprie reazioni

Le grandi partite di poker possono spesso essere un giro sulle montagne russe di alti e bassi emotivi, quindi nascondere le nostre reazioni ed emozioni agli altri giocatori può essere un ingrediente importante per il successo. Negli studi sulla tolleranza al rischio che abbiamo evidenziato in precedenza, le reazioni emotive alle perdite erano una parte intrinseca della ricerca.

Ma nel corso degli anni, e soprattutto a causa degli stereotipi sociali, si è sempre diffusa la convinzione che le donne siano più emotive degli uomini. Tuttavia, secondo studi moderni evidenziati di recente da VeryWellMind, “le donne hanno modelli emotivi simili agli uomini” e quindi le giocatrici “non sono più emotive degli uomini”, sulla base di ricerche approfondite.

Qualsiasi percezione che le donne nel poker siano meno capaci di mostrare controllo emotivo, come nascondere i propri pensieri e sentimenti o magari reagire in modo diverso a determinate situazioni di gioco, beh, studi scientifici e psicologici sembrerebbero suggerire il contrario.

Dinamiche sociali: le donne sono più reattive agli aspetti sociali, gli uomini sono più guidati dalla concorrenza

Come dimostrano costantemente le migliori giocatrici di poker, non ci sono sinceramente ragioni valide per cui dovrebbero esserci ostacoli all’essere abili e avere successo nel gioco. Tuttavia le dinamiche sociali e gli stereotipi rimangono problematici, dato che purtroppo prevale ancora la misoginia. La partecipazione tra le donne è cresciuta, anche se il poker continua ad essere giocato prevalentemente da uomini, ogni giorno sempre più donne giocano a poker.

Nel 2021, le interviste di CardPlayer con famose giocatrici di poker hanno evidenziato le avversità che devono affrontare. “All’inizio mi sentivo a disagio e intimidita perché (di solito) ero l’unica donna al tavolo da poker”, ha spiegato Danielle Anderson, una giocatrice di poker di successo. Eppure per lei “non c’era motivo per cui mi sentissi così. Sapevo di avere un curriculum migliore e più esperienza di molti altri al tavolo.

Si dice spesso che gli eventi di poker possano fungere da microcosmo della società, il che significa che le dinamiche sociali possono essere osservate anche durante il gioco. Alcuni studi indicano che le donne sono più in sintonia con le complessità sociali dei giochi, mentre gli uomini sono più guidati dallo spirito competitivo e dalle prestazioni individuali.

Comprendere, riconoscere e adattarsi alle mutevoli dinamiche sociali del poker può fornire un vantaggio strategico che, a dire il vero, si applica a qualsiasi giocatore e indipendentemente dal sesso.

Famose giocatrici di poker competono (e vincono) nella comunità di poker di oggi

Anche se i giocatori di poker professionisti sono per lo più uomini e le giocatrici sono ancora in minoranza, oggi possiamo trovare più donne che giocano a poker alle World Series of Poker (WSOP) come mai prima nella storia del poker.

In questa lista dei “10 giocatori di poker più famosi di sempre”, troverai nomi come Jennifer Harman, Vanessa Rousso, Maria Ho, Liv Boeree e Vanessa Selbst che hanno trovato il loro posto al tavolo accanto a giocatori di punta come Daniel Negreanu, Phil Ivey, Doyle Brunson o Doyle Brunson.

Quindi, nel caso ti stessi chiedendo se il poker è diviso per genere, la risposta è: No. A differenza di altri sport, nel mondo del poker non esistono campionati separati per uomini e donne. Le differenze tra giocatori uomini e donne elencate in questo articolo dovrebbero rispondere alla tua domanda sul “perché”.

Giocatori di poker e giocatrici in azione: Vanessa Rousso “zitte” Tony G su Pokerstars

Concludiamo con questa divertente clip con Vanessa Rousso e Tony G ad un torneo di pokerstars, dove potrai vedere di persona che alle donne non mancano le abilità quando giocano a poker nei tornei dal vivo contro uomini.

A proposito, riesci a riconoscere qualcuno dei tratti della personalità legati al genere di cui abbiamo parlato in questo articolo?

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0