I ricavi dei giochi offshore filippini aumentano grazie al nuovo sistema di licenze

I ricavi dei giochi offshore filippini aumentano grazie al nuovo sistema di licenze

Mentre alcuni senatori filippini persistono nel sostenere la chiusura completa dell’industria del gioco d’azzardo offshore del paese, un politico sta sottolineando la rinascita del settore grazie al rinnovato sistema IGL (Internet Gaming Licensee) di PAGCOR.

Rappresentante dell’Albay Joey Salcedache presiede la Commissione Ways and Means della Camera, martedì ha elogiato il successo del PAGCOR un aumento del 71% dei ricavi dagli IGL lo scorso anno rispetto al 2022, nonostante il rilascio di meno licenze.

Secondo un rapporto della Philippine News Agency citato da Inside Asian Gaming, questo cambiamento ha effettivamente “cambiato il panorama” per le licenze di gioco offshore, poiché il PAGCOR ha represso i POGO (operatori filippini di gioco offshore), garantendo che il settore sia controllato e controllato. contributo all’economia.

“Dalla nomina del presidente Al Tengco, e successivamente del presidente e COO Amy Eisma, PAGCOR ha aggiornato le sue politiche e pratiche”, ha affermato Joey Salceda. “Le normative riviste per il gioco offshore, ora definiti Licenziatari di gioco su Internet secondo le nuove regole della PAGCOR, hanno notevolmente aumentato le entrate derivanti, anche se il numero totale dei licenziatari è diminuito. Essenzialmente, siamo più selettivi nelle nostre licenze e raccogliamo anche di più da ciascun licenziatario”.

Aumento delle entrate e dell’occupazione

Salceda ha citato specificamente i dati PAGCOR che indicano che 5,1 miliardi di Php sono stati raccolti da 87 licenziatari nel 2023, rispetto a Php2,99 miliardi da 158 licenziatari POGO nel 2022. Ciò ha fatto seguito alla dichiarazione di Tengco dell’anno scorso secondo cui tutti i POGO sarebbero stati messi in libertà vigilata e tenuti a presentare nuovamente domanda. per una nuova licenza IGL, con l’obiettivo di eliminare i cattivi attori.

Rispondendo alle recenti richieste del Senato di abolire tutte le licenze di gioco offshore, Salceda ha osservato: “Per quanto riguarda la cosiddetta ‘eliminazione graduale’, questo è il tipo di eliminazione graduale che sostengo pienamente: si eliminano gradualmente i licenziatari cattivi e mediocri. Non elimini gradualmente l’intero settore. Fai rispettare la legge.

Salceda ha anche affermato che le IGL impiegano attualmente circa 8.500 lavoratori cinesi, una riduzione significativa rispetto al picco di 200.000 lavoratori– sia diretto che indiretto – sotto POGO. Dei 100.000 dipendenti indiretti delle IGL oggi, circa 25.000 sono filippini.

“Nessuno ne parla troppo, ma penso che meriti di essere detto: è stato il PAGCOR ad avviare l’azione contro le operazioni illegali”, ha osservato Salceda, riferendosi alle recenti incursioni nei siti POGO non autorizzati. “Vorrei solo che la PAGCOR fosse più attenta ai media riguardo ai propri risultati perché in questo momento è una delle aziende con le migliori performance nel settore delle aziende governative. E affrontano questioni delicate di cui il pubblico dovrebbe essere consapevole”.

“Il PAGCOR è stato più severo nel far rispettare le regole sui POGO e sta trasformando il settore in un’industria che genera più posti di lavoro per i filippini e non dipende più esclusivamente dalla domanda o dalla manodopera cinese”, ha aggiunto.

L’appoggio di Salceda al nuovo regime del PAGCOR sottolinea gli sforzi dell’organizzazione per modernizzare e ripulire il settore del gioco offshore, posizionandolo come un’industria più controllata, redditizia e generatrice di posti di lavoro all’interno dell’economia filippina. Nonostante le controversie che circondano il settore, queste riforme sembrano indirizzarlo verso un futuro più sostenibile e regolamentato.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0