Il Brasile diventerà il prossimo mercato principale per le scommesse sportive

Il Brasile diventerà il prossimo mercato principale per le scommesse sportive

La legalizzazione ufficiale delle scommesse sportive in Brasile è avvenuta alla fine dell’anno precedente e si prevede che l’inizio delle scommesse inizierà nel prossimo trimestre o in questo trimestre, mentre gli organi di vigilanza elaborano i loro processi relativi alle concessioni di licenze. Tutto ciò indica che il Brasile sostituirà gli Stati Uniti come il prossimo mercato principale per la corsa all’oro delle scommesse sportive.

Il mercato brasiliano è ricco di potenzialità:

Sebbene Brasile è di dimensioni inferiori rispetto a mercato regolamentato degli Stati Unitirappresenta ancora una grande ricompensa.

Allo stesso modo, gli Stati Uniti rappresentano un mercato legale regolamentato di circa 10,8 miliardi di dollari In provento lordo del gioco. Per quanto riguarda l’attuale mercato grigio delle scommesse sportive brasiliane, si prevede che sarà più o meno 2,2 miliardi di dollari lordi e dovrebbe salire a 5,4 miliardi di dollari con il suddetto norma di legalizzazione.

Commentando il potenziale del mercato brasiliano, il direttore di Waterhouse VC Tom Waterhouse ha commentato durante una telefonata: “Penso che ci siano molte opportunità in Brasile. Il rapporto parla di 140 operatori che stanno cercando di entrare in Brasile con un canone di 6 milioni di dollari (30 milioni di R$) e un requisito di azionista locale del 20%. Sarà simile agli Stati Uniti, perché sarà un po’ prima [sports book] gli operatori guadagnano perché cercano di accaparrarsi la terra”.

Per quanto riguarda Waterhouse VC in particolare, si tratta di un fondo specializzato in investimenti riguardanti le scommesse sportive che ha reso in media il 111% annuo dalla sua nascita nel corso del 2019.

Commentando lo stesso argomento, anche Carsten Koerl, CEO di Sportradar, ha detto agli investitori a marzo: “È un’opportunità guidata dal calcio. Il nostro accordo CONMEBOL è di grande aiuto. Stiamo cercando di rafforzare questo portafoglio per attaccare il Brasile per anni”.

Mercato brasiliano rispetto al mercato statunitense:

Non appena il mercato delle scommesse sportive legali in Brasile si aprirà ufficialmente, il prossimo o questo trimestre, come menzionato sopra, il governo inizierà a rilasciare licenze. Una volta che ciò accade, operatori sarà tenuto a pagare a imposta Di 12% su GGR e scommettitori dovrà pagare a tassa di profitto Di 15% SU vincite nettesulla base del documento informativo dello studio legale Mayer Brown.

Secondo questo, le aliquote fiscali brasiliane sono nel mezzo di quella che è l’attuale situazione del settore negli Stati Uniti. La situazione negli Stati Uniti è che tasse più alte sono dentro New Yorkcon un’imposta di 51% su GGR, oltre all’imposta statale sugli utili per gli scommettitori. Tuttavia, Nevada rappresenta lo stato con il tasse più basseil che significa che la sua aliquota fiscale sulle scommesse è 6,75% e non esiste alcuna imposta statale sugli utili, secondo l’analisi condotta lo scorso anno dalla Tax Foundation. Tuttavia, ci sono anche imposte federali sugli utili nel Nevada.

In relazione, la corsa per catturare il Quota di mercato statunitense è apparentemente rilassandosicome lo sono i 2 migliori nelle scommesse sportive DraftKings E FanDuelloche è di proprietà di Flutter Entertainment, il che significa che attualmente possiede circa due terzi del mercato.

888 Holdings ha deciso di pagare 50 milioni di dollari per restituire il marchio SI Sportsbook ad Authentic Brands, proprietario del marchio. In precedenza, 888 aveva mostrato un obiettivo moderato di acquisire quote di mercato a una cifra nei mercati del suo marchio SI. Tuttavia, diversi stati hanno visto aziende abbandonare i loro sforzi Piace Betr E WynnBetche hanno entrambi consentito che le loro licenze per il Massachusetts perdessero validità nel 2024, ma WynnBet continuerà ad accettare scommesse sportive nel suo casinò di Boston.

Per i pochi che partecipano anche negli Stati Uniti, il Brasile sembra essere il posto migliore la prossima grande speranza.

Il Super Group potrebbe spostare l’attenzione verso il Brasile:

Supergruppoil grande player capostipite del marchio internazionale Comunque, potrebbe riuscire a spostare la propria attenzione verso il Brasile. A supportare questa affermazione è che l’azienda ha mai mettere piede nel mercato regolamentato di New York a causa della sua elevata aliquota fiscale e si è dimostrato duro nei confronti degli Stati Uniti durante l’appello del mese scorso agli investitori in una performance internazionale altrimenti potente.

A questo proposito, rispondendo alla domanda di un analista, Richard Hasson, presidente del Super Group, ha commentato: “Gli Stati Uniti si stanno dimostrando duri”.

Anche se i dirigenti dell’azienda hanno affermato di voler vedere prima come si svilupperanno le normative finali del Brasile, Neal Menashe, CEO dell’azienda, ha risposto alla stessa domanda dell’analista sulla crescita futura: “È tutta una questione di America Latina”.

Inoltre, anche se adesso tutto sembra perfetto per quanto riguarda il Brasile, Waterhouse, un investitore in capitale di rischio, avverte che il mercato alla fine avrà la possibilità di Stesso sfide per i bookmaker come mercato regolamentato degli Stati Uniti.

A questo proposito, secondo Sportico.com, ha affermato: “I mercati regolamentati sono abbastanza simili. Ciò che abbiamo visto nel Regno Unito e in Australia e negli Stati Uniti è che si rispecchiano a vicenda, nel senso che c’è un grande vantaggio nell’avere scala e leva operativa. Se non disponi di tale scala, il costo delle vendite e le tasse incidono troppo sulla tua vincita lorda e non hai abbastanza da spendere nell’esperienza utente e nel marketing per continuare a ottenerne abbastanza [bettors to the] cima dell’imbuto.” Ha anche aggiunto: “Le aziende interessanti che faranno molti soldi in Brasile sono gli operatori esistenti che dispongono già di grandi database, aziende affiliate e operatori locali che possono collaborare”.

In vari mercati, i grandi operatori di scommesse lo hanno fatto operatori nazionali acquistati consolidare la propria presenza, una situazione che ha un grande potenziale per verificarsi a livello locale, in particolare con Il governo del Brasile è alleato al 20%.che chiede ai bookmaker globali di stringere al più presto possibile partenariati con gli operatori nazionali.

Intervenendo sull’argomento, Waterhouse ha commentato: “Gli operatori esistenti guadagneranno un sacco di soldi, le organizzazioni sportive, i diritti dei media: tutte queste cose aumenteranno di prezzo. Non è una strategia in cui il vincitore prende tutto, ma… o devi essere molto grande o molto, molto agile.”

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0