Il casinò vietnamita di Phu Quoc perde 3,7 trilioni di VND nel 2023

Il casinò vietnamita di Phu Quoc perde 3,7 trilioni di VND nel 2023

Secondo un recente rapporto, il popolare casinò vietnamita Phu Quoc ha registrato una perdita complessiva di 3,7 trilioni di VND. Nonostante i ricavi siano aumentati del 45,7% e i risultati complessivamente migliori nel 2023 rispetto al 2022, il casinò è ancora in difficoltà, come riferisce il ministro delle finanze Ho Duc Phoc.

Progetto pilota:

In Vietnam, solo i turisti stranieri possono scommettere nella maggior parte dei casinò. Tuttavia, Phu Quoc e Van Don rappresentano un’eccezione, poiché i casinò hanno avviato un programma pilota che consente anche ai cittadini di giocare d’azzardo. Ma non tutti i vietnamiti possono scommettere: per farlo devono rispettare severi requisiti, tra cui dati personali, età, capacità finanziaria e capacità comportamentale.

Uno dei motivi principali per cui il casinò sta crollando è il fatto che i vietnamiti hanno deciso di giocare d’azzardo in altri paesi da quando i confini sono stati aperti dopo la revoca delle misure pandemiche COVID-19.

Al momento, il Vietnam dispone di nove casinò in totale. Sei di questi sono piccoli, mentre tre sono grandi, con circa 8.500 dipendenti. Costituiscono ancora una grande risorsa per le finanze dello Stato, poiché solo nel 2023 lo Stato ha generato 2.541 trilioni di VND in tasse sulle loro operazioni.

Da quando il casinò di Phu Quoc è stato inaugurato nel gennaio 2019, ha portato allo Stato 3.679 trilioni di VND in tasse. In quattro anni, fino alla fine del 2023, il casinò ha generato un fatturato consolidato di 6.404 trilioni di VND (259 milioni di dollari).

Tuttavia, gli elevati costi di ammortamento e il pagamento degli interessi nel periodo successivo all’apertura hanno causato una perdita di 3.724 trilioni di VD (154 milioni di dollari). Ma nonostante ciò, il casinò registra una crescita significativa rispetto agli anni precedenti.

Dal 2019 al 2023, 295.943 residenti nel paese hanno visitato il casinò, ovvero il 62% di tutti i giocatori. C’erano anche gli stranieri: nello stesso periodo l’hanno visitata 179.507 turisti, ovvero il 38% del totale.

La maggior parte dei giocatori ha circa 39 anni, mentre l’età varia dai 21 ai 97 anni.

Secondo Phoc, come riporta VietnamNet, il Ministero delle Finanze (MOF) non prevede di consentire ai cittadini di giocare in altri casinò.

Candidarsi per operatore di scommesse sportive:

Ma i cambiamenti sono qui quando si tratta del settore delle scommesse sportive. Il Paese sta concedendo a una società l’opportunità di offrire servizi di scommesse sul calcio internazionale per cinque anni, che saranno considerati una fase di prova.

Il nuovo operatore non è stato ancora scelto, ma il MOF dovrebbe collaborare con altri dipartimenti per scegliere l’azienda. Tra i requisiti per il fortunato operatore ci sono almeno 1 trilione di VND di capitale sociale, nonché un sistema di scommesse avanzato e piani aziendali organizzati.

Secondo la legge sulle gare d’appalto del 2013, la disposizione non è inclusa quando si tratta di offerte per scegliere gli investitori.

Il MOF prevede di modificare il Decreto 06 attraverso un nuovo decreto, attualmente in fase di elaborazione, in modo che il processo di gara sia più semplice sia per i paesi che per gli investitori.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0