Il caso di cattiva condotta di Evolution è stato archiviato dall’ente regolatore del New Jersey

Il caso di cattiva condotta di Evolution è stato archiviato dall'ente regolatore del New Jersey

Dopo un’indagine approfondita, la Division of Gaming Enforcement (NJDGE) del New Jersey ha deciso di non sporgere denuncia contro Evolution, presumibilmente accusata di cattiva condotta.

Tentativi di screditare l’azienda:

Secondo le accuse, Evolution ha consentito ai paesi soggetti alle sanzioni commerciali statunitensi di utilizzare i propri prodotti. Il caso è stato aperto per la prima volta nel novembre 2021, quando lo studio legale Calcagni & Kanefsky LLP ne ha accusato Evolution.

All’epoca Evolution aveva affermato di non essere colpevole di ciò e che il motivo principale dietro le accuse era un tentativo di screditare l’azienda. Ha inoltre affermato che i suoi partner, vari regolatori e operatori, li hanno aiutati a stabilire un modo efficace per bloccare i pagamenti dei paesi problematici, tra cui Siria, Iran e Sudan. Tuttavia, l’azienda ha sofferto molto a causa delle accuse e il suo valore è crollato.

Il recente corso degli eventi suggerisce che la società non è colpevole. Evolution ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma: “La NJDGE non ha trovato prove che Evolution abbia sanzionato, promosso, consentito o abbia altrimenti beneficiato materialmente dei suoi contenuti offerti dagli operatori in qualsiasi mercato che la NJDGE considera una giurisdizione vietata”.

Come parte della difesa di Evolution, la società ha affermato che l’unico modo in cui persone provenienti da paesi vietati possono accedere al contenuto è attraverso una manipolazione tecnica avanzata. Tuttavia, dopo che si è verificata tale manipolazione, si è diffusa l’opinione che fosse facile accedere ai prodotti dell’azienda in questi mercati. Ciò è possibile solo tramite VPN avanzate, che modificano l’indirizzo IP del giocatore e creano l’impressione che il giocatore si trovi effettivamente in uno dei paesi in cui i prodotti sono disponibili.

Dopo diversi tentativi di accedere al prodotto tramite l’indirizzo IP originale, i giocatori sono finalmente riusciti tramite VPN. Evolution pensa che sia stato fatto per screditare l’azienda.

Oltre a ciò, Evolution ha sottolineato il fatto che gli operatori con cui hanno collaborato erano obbligati ad avere licenze per ogni mercato in cui erano presenti. Inoltre, l’azienda ha una licenza di fornitore in ogni mercato che lo richiede.

L’evoluzione non è collegata ai giocatori o ai fondi che investono, quindi l’azienda richiede che gli operatori con cui collaborano controllino tutti i clienti che vogliono scommettere sui loro servizi. Dopo un controllo approfondito, gli operatori determinano se il giocatore può partecipare ai giochi oppure no.

Un’altra causa:

Questo caso ha avuto un buon esito per Evolution, tuttavia, questa non è la fine dei problemi che l’azienda ha dovuto affrontare negli ultimi periodi. Un’altra causa è stata intentata a causa del presunto intento della società di far credere agli investitori fatti riguardanti il ​​suo percorso e la sua conformità che non erano veri.

Secondo la fonte, alcuni degli investitori che hanno acquistato le azioni di Evolution credono che la società li abbia ingannati con varie false dichiarazioni. Gli investimenti problematici sono stati effettuati tra il 14 febbraio 2019 e il 25 ottobre 2023 e gli imputati sono il CEO della società Martin Carlesund e il CFO Jacob Kaplan.

Le affermazioni che gli investitori ritengono false riguardavano il potenziale di crescita di Evolution, la conformità dei clienti, la conformità dell’azienda e l’effetto della non conformità sulle entrate.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0