Il giocatore bandito dal casinò Mesquite deve essere pagato, afferma NGCB

Il giocatore bandito dal casinò Mesquite deve essere pagato, afferma NGCB

Un giocatore che è stato espulso per una rapina al CasaBlanca Resort & Casino, una delle principali destinazioni di gioco d’azzardo a Mesquite, Nevada, è rientrato ed è riuscito a vincere il jackpot su una slot machine, come afferma il Nevada Gaming Control Board (NGCB) del casinò. lo deve pagare. Inoltre, tale decisione è arrivata dopo una votazione divisa il 4 ottobre.

Decisione finale:

L’autorità di regolamentazione ha ordinato all’hotel e al casinò di pagare una somma pari a Montepremi di $ 2.045,18 al giocatore d’azzardo Rhon Wilson. Questa sentenza è finale e non soggetto a revisione da parte del Commissione per il gioco d’azzardo del Nevada. Inoltre, la decisione è stata presa in a ricorso contro la controversia tra il giocatore e il casinò. George Assad, uno dei membri del consiglio, giudice in pensione della corte municipale di Las Vegas, dissentito dalla decisione nel voto 2-1.

Le decisioni sull’appello contro le controversie dei giocatori raramente vanno a favore del giocatore. Di solito vengono fatti reclami per jackpot non pagati che si verificano quando la slot machine non funziona.

L’hotel-casinò implorò al consiglio, e un funzionario auditore ha suggerito che il jackpot fosse pagato indipendentemente dall’attuale ordine che vieta al giocatore di mettere piede nel casinò.

Wilson sarebbe entrato nel casinò senza permesso sette volte dopo non aver pagato i suoi drink. Ma ogni volta che entrava di nuovo nel casinò, vinceva il jackpot 3 volte nel corso di pochi mesi. Relativamente, il Vicepresidente degli affari governativi e di sicurezza per Mesquite Gaming LLC, Dick Tommasoemersa dinanzi al predetto Collegio all’ spiegare la denuncia. Tuttavia, secondo il Las Vegas Review-Journal, Wilson non ha partecipato all’incontro.

Inoltre, la sentenza è proiettata a innescare una discussione politica se consentire agli individui che commettono atti illeciti di accumulare vincite al casinò. IL Scheda di controllo del gioco si prevede che si terrà un seminario normativo il 18 ottobre, che dovrebbe valutare se i giocatori d’azzardo come Wilson dovrebbero vincere soldi.

Violazione dell’ordinanza restrittiva:

Durante il commento pubblico, Tomasso ha spiegato al NGCB che era più vantaggioso per Wilson pagare la multa per violazione e continuare a giocare d’azzardo piuttosto che rispettare l’ordine restrittivo.

A questo proposito, Tommaso ha detto al regolatore: “La tua azione avrà un profondo effetto su tutti i tuoi licenziatari nello stato del Nevada. Il signor Wilson violava continuamente la legge sulla violazione di domicilio, sette volte per l’esattezza. Ha trovato più redditizio pagare una piccola multa e poi tornare al casinò per giocare, sapendo che la politica di controllo del gioco gli avrebbe permesso di trattenere le sue vincite come aveva fatto tre volte in precedenza in cui era stato sorpreso a violare lo statuto di violazione di domicilio. Ma prima di decidere una linea d’azione, ti preghiamo di comprendere questo. Mesquite Gaming non ha mai contestato l’autorità del Nevada per quanto riguarda il gioco d’azzardo e i diritti legali di richiedere ai casinò di pagare le vincite agli individui vietati. Non l’abbiamo mai contestato. Ciò che sosteniamo è che le autorità di gioco hanno anche l’autorità e i diritti legali per negare alle persone bandite di venire a ritirare le loro vincite semplicemente sulla base del fatto che questa persona bandita ha infranto la legge quando è entrato in un casinò, stava ancora infrangendo la legge mentre lui stava giocando. Quindi ha dovuto commettere un crimine per poter piazzare una scommessa”.

Assad ha commentato: “È chiaro che la politica non scritta del Nevada di pagare le vincite a chiunque vinca un jackpot non è necessariamente una buona politica.”

Inoltre, Il membro del consiglio Brittnie Watkins e il presidente del consiglio Kirk Hendrickha dichiarato: “Era più importante che i licenziatari pagassero i jackpot, anche se erano stati condannati per un reato minore”.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

100
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis