Il governatore Tina Kotek contro il nuovo casinò tribale di Salem

salem

Le tribù confederate degli indiani Siletz hanno grandi progetti per il casinò di Salem, ma il governatore Tina Kotek non è d’accordo con le tribù.

Contro l’espansione dell’industria del gioco:

Il nuovo casinò tribale avrebbe dovuto essere costruito nel nord-est di Salem, ma Kotek non è un fan di una tale espansione dell’industria del gioco. Tuttavia, le tribù non rinunciano al loro piano.

Nonostante la lettera che i nove dell’Oregon hanno ricevuto il 13 aprile, Kotek rimane contrario al progetto. Cercherà di rimanere nello status quo, simile agli ex governatori, che sostenevano il gioco tribale, ma avevano dei confini che non volevano oltrepassare. In precedenza, ogni tribù aveva il diritto di costruire un casinò sulla propria terra e Kotek voleva mantenerlo così.

Il Bureau of Indian Affairs deve ancora approvare il progetto. Tuttavia, per costruire effettivamente il casinò, è necessaria la benedizione sia federale che statale.

Kotek ha dichiarato: “Volevo fornire questo chiarimento sulla mia politica di gioco tribale in modo che Tribes, il governo federale e le entità locali sappiano dove mi trovo. Questo aiuta tutti noi a evitare confusione, uso di risorse e difesa a favore e contro il cambiamento della mia posizione a favore di una struttura di gioco per tribù su un terreno di riserva “.

Grandi piani per il nuovo casinò:

La tribù voleva costruire un casinò fuori prenotazione che sarebbe stato situato su 20 acri di terra. Il casinò stesso sarebbe collocato su 180.800 piedi quadrati e conterrebbe circa 2.000 dispositivi di gioco e 45 tavoli per ospitare vari giochi da tavolo. La proprietà comprenderebbe anche un hotel di 500 camere, oltre a una discoteca e uno sport bar.

La tribù non vuole arrendersi e i loro piani rimangono a bordo. Delores Pigsley, un presidente tribale, afferma che la tribù procede con il progetto. Ha detto che il governatore non è stato in grado di disapprovare i piani fino a quando l’ufficio non ha preso la sua decisione. La tribù ha stretto un accordo con lo stato per poter negoziare i termini dell’utilizzo della terra di Salem per i suoi casinò.

Un quarto del profitto del casinò tribale sarebbe stato dato alla tribù e un quarto al governo. La metà dell’intero profitto sarebbe stata utilizzata per finanziare le restanti otto tribù dell’Oregon. Il profitto stimato dal casinò è di $ 185 milioni durante il primo anno, dopodiché verranno guadagnati $ 231 milioni entro il terzo anniversario. La tribù afferma inoltre che il casinò fornirebbe lavoro a 1.200 persone.

I funzionari della città di Salem non sono ufficialmente contrari al progetto del casinò. Tuttavia, pensano che causerebbe alcuni problemi alla città, come l’assunzione di nuovi agenti di polizia per prendersi cura del casinò. Inoltre, le attività di ristorazione e alberghiere della città sarebbero state influenzate negativamente dal nuovo casinò. Anche le tribù confederate del Grand Ronde sono contrarie al casinò poiché sarebbe un concorrente del già esistente Spirit Mountain Casino nella zona.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0