Il primo IR di Osaka potrebbe non ottenere il prestito approvato

japan

Il casinò resort di Osaka è il primo in più di un modo. Non solo sarà il primo casinò resort integrato aperto in tutto il Giappone, ma ora ha ottenuto il prestito più alto di sempre di 550 miliardi di yen (4,1 miliardi di dollari).

Molte banche sono coinvolte:

Il governo ha discusso questo prestito per quasi un anno. Alla fine è stato approvato, ma alcune banche che pensavano di essere incluse nel prestito stanno ora cambiando la loro decisione.

Dopo lunghe trattative, ad aprile è stato finalmente approvato il piano di sviluppo distrettuale per il primo IR di Osaka.

I lavori per la costruzione dovrebbero essere completati nell’inverno del 2029. MGM Resorts e Orix sono incaricati della costruzione del resort, insieme alla prefettura e alla città di Osaka. Come pensa il CEO di MGM Resorts, l’apertura può essere programmata per il 2030.

Dopo che la pandemia di COVID-19 ha costretto molti casinò a chiudere i battenti e ha influenzato negativamente l’intero settore, le banche hanno iniziato a mettere in discussione la loro decisione in merito al prestito. L’esitazione è supportata dal fatto che molti locali sono contrari all’apertura del casinò nella loro città, poiché sono preoccupati per la potenziale dipendenza dal gioco e le minacce alla sicurezza pubblica.

Le banche di Osaka, MUFG Bank e Sumitomo Mitsui Banking Corp. (SMBC), dovrebbero fornire il prestito sindacato al casinò. Entrambe le società dovrebbero prestare tra 200 miliardi di yen (1,5 miliardi di dollari) e 300 miliardi di yen (2,23 miliardi di yen). Tuttavia, l’importo esatto è ancora sconosciuto poiché dipende dall’importo che le altre banche forniranno.

Resona Bank e SBI Shinsei Bank, entrambe affidabili banche giapponesi, vogliono essere incluse in questo grande progetto. Anche la Development Bank of Japan, che è controllata dallo stato, e la Sumitomo Mitsui Trust Bank potrebbero diventare finanziatori. Inoltre, molte banche regionali più piccole avranno la possibilità di essere incluse, il che manterrà il prestito entro i confini dello stato senza che vengano coinvolte banche al di fuori del Giappone.

Possibile ritiro di Mizuho Bank:

La Mizuho Bank, che avrebbe dovuto entrare a far parte del gruppo, invece, non ha ancora detto nulla di ufficiale, anche se manca il nome della banca nell’elenco di quelle che hanno già confermato il suo coinvolgimento.

La banca non sembra molto interessata al progetto. MUFG e SMBC hanno accettato di rimborsare il prestito dai guadagni dell’IR, ma Mizuho non lo accetta ma vuole fare affidamento sull’affidabilità creditizia dell’azienda, che è più un approccio di finanza aziendale.

Se Mizuho decidesse di non essere coinvolta nel prestito, sarebbe un problema per altri prestatori poiché dovrebbero investire un importo di JPY 100 miliardi ($ 740 milioni) in più rispetto a quanto precedentemente pianificato.

I rischi esistono. Dal momento che il resort sarà situato sull’isola di Yumeshima, c’è la possibilità di contaminazione e liquefazione del suolo, che possono avere gravi ripercussioni sull’ambiente – e chiunque può esserne colpevole. Questo è uno dei punti chiave dei contratti di prestito, e le banche devono decidere se l’investimento andrà loro bene in futuro.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

100
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis