Il PSAC riceve supporto su una linea di picchetto fuori dal casinò Woodbine

Il PSAC riceve supporto su una linea di picchetto fuori dal casinò Woodbine

Dopo che la direzione del casinò Woodbine ha bloccato quasi 1.000 membri della Public Service Alliance of Canada (PSAC), i rappresentanti dei lavoratori, a partire dall’8 maggio, il 20 maggio, sono stati raggiunti da sostenitori in una protesta fuori dal suddetto casinò. Dalle 12 dell’8 maggio si sono formati picchetti e altre persone che non lavorano al Casino Woodbine si sono unite in segno di sostegno.

Negoziazione di un contratto collettivo:

L’obiettivo principale della protesta è la possibilità di negoziare un contratto collettivo, che preveda, tra l’altro, orari di lavoro part-time garantiti, ulteriori posti a tempo pieno, salari migliori e assenze per malattia. Tuttavia, il 28 aprile, Casino Woodbine ha presentato domanda al Ministero del lavoro, dell’immigrazione, della formazione e dello sviluppo delle competenze per un “No Board Report”, che ha dato loro il permesso legale di bloccare i propri dipendenti. A questo proposito, Woodbine Casino ha dichiarato: “Siamo stati in trattative con PSAC cercando di raggiungere un accordo con i dipendenti che offra loro i vantaggi che stanno cercando”.

Inoltre, una dichiarazione di Woodbine afferma: “Il 27 aprile abbiamo raggiunto un accordo con il comitato di contrattazione del PSAC che includeva un aumento del 16% dei salari in quattro anni, adeguamenti del mercato dei salari per determinati ruoli, un bonus alla firma di $ 1.000 per il team a tempo pieno membri e $ 500 per i membri del team part-time, oltre a significativi miglioramenti dei vantaggi. In particolare, l’accordo provvisorio offriva aumenti salariali superiori del 30% rispetto a quelli concordati dall’unità di contrattazione del PSAC con il governo federale a livelli di reddito simili a quelli dei nostri membri”.

Tuttavia, dopo due giorni di votazioni, il 3 e 4 maggio, i dipendenti hanno votato per respingere la nuova offerta di contratto del datore di lavoro.

A questo proposito, la dichiarazione afferma: “Nonostante l’approvazione dell’accordo provvisorio da parte del comitato di contrattazione del PSAC e dell’alta dirigenza del PSAC, i membri hanno votato contro questa offerta. Successivamente, abbiamo offerto ulteriori avanzamenti, che non sono stati portati ai loro membri”.

Il casinò continua a funzionare normalmente tra le proteste:

Sebbene la protesta sia in corso, Casino Woodbine ha dichiarato che “hanno continuato a gestire slot machine aperte 24 ore su 24, 7 giorni su 7, giochi da tavolo e corse dal vivo e in simulcast in pista”. Hanno aggiunto: “Rimaniamo impegnati nelle discussioni con il PSAC per riportare i nostri membri al lavoro e offrire un’esperienza eccellente per gli ospiti per tutto il tempo che può durare l’interruzione del lavoro”.

Inoltre, al casinò lavorano 945 membri del PSAC, che vanno dai venditori al tavolo, ai cassieri e al personale delle pulizie.

Casino Woodbine ha presentato una richiesta di conciliazione il 22 marzo. Dopo una giornata di conciliazione, il 5 aprile ha depositato un “No Board Report” e il 27 aprile è stato raggiunto un accordo provvisorio.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0