Il Regno Unito considera un prelievo dell’1% destinato a sostituire il prelievo volontario

Il Regno Unito considera un prelievo dell’1% destinato a sostituire il prelievo volontario

Il mercato del gioco d’azzardo britannico ha ottenuto un contributo volontario da parte degli operatori al fondo per i giochi problematici, consentendo agli operatori di versare solo una sterlina al programma. Il fatto che alcuni operatori abbiano rispettato alla lettera il requisito minimo di contribuzione volontaria potrebbe essere uno dei motivi per cui il governo britannico ha annunciato di prendere in considerazione l’introduzione di una tassa dell’1% per finanziare la ricerca, la prevenzione e il trattamento della dipendenza dal gioco d’azzardo. Come riporta Reuters, il governo prevede che la misura permetterà di raccogliere circa 100 milioni di sterline all’anno per questi scopi.

Introduzione del prelievo dell’1%:

Secondo il governo Dipartimento per la Cultura, i Media e lo Sport (DCMS) secondo quanto riferito, indicando il 17 ottobre 2023 che alcuni operatori stanno pagando la somma minima di cui il sistema di prelievo volontario, sembra che l’introduzione di una tassa obbligatoria sia intesa a livellare il problema del programma di finanziamento del gioco d’azzardo. Come riportato da Reuters, il DCMS ha dichiarato in una dichiarazione: “Il governo è intenzionato a fissare la tassa come una nuova commissione dell’1% sul rendimento lordo del gioco d’azzardo per gli operatori di gioco d’azzardo online, mentre i negozi di scommesse e i casinò tradizionali pagheranno una commissione proposta di circa lo 0,4%.”

Il governo affronta il problema del gioco:

Reuters riferisce che il governo ha già annunciato piani per combattere il gioco d’azzardo problematico. L’ambito comprendeva il aggiornamento del quadro normativo per consentire ai legislatori britannici di tenere il passo con la proliferazione dei giochi mobili e delle strutture di scommesse sportive online. Come parte della misura, i giocatori d’azzardo online sono stati limitato piazzare scommesse entro l’intervallo da Da 2 libbre a 15 libbre per essere tenuto al sicuro dai problemi avversi del gioco d’azzardo. D’altro canto, la politica liberale riguardo ai contributi degli operatori ai fondi per i giochi problematici sembrava fondata sulla convinzione che l’impatto della questione sarebbe stato trascurabile.

Come testimoniano i rapporti provenienti da altri mercati proporzione diretta del numero di operazioni di gioco d’azzardo online e del numero di persone con problemi di gioco, il governo, secondo Reuters, ha dichiarato il 17 ottobre 2023 che prenderà in considerazione la possibilità progettazione del prelievo proposto per gli operatori del gioco d’azzardo. Sembra che la questione non sia più l’introduzione della misura, ma la modalità della sua attuazione.

Secondo quanto riferito, il DCMS ha inoltre affermato che i ricavi generati dalla nuova tassa dell’1% sulle operazioni di gioco d’azzardo sarebbero stati distribuiti alle società gestite dallo Stato. Servizio Sanitario Nazionale (SSN) in Inghilterra, Scozia e Galles. Come riportato da Reuters, le entrate generate dal prelievo volontario nel 2021-2022 per un importo di 34,7 milioni di sterline sono stati destinati in beneficenza GambleAware e alcuni altri corpi.

“Quota equa”:

Ma questi contributi dipendevano dalla buona volontà dell’operatore e quindi non potevano essere pianificati in anticipo. Inoltre, il sistema volontario colpisce gli operatori che pagano di più per i programmi di gioco problematici. Secondo Reuters, Il ministro del gioco d’azzardo del governo Stuart Andrew ha pertanto dichiarato: “Le società di gioco d’azzardo dovrebbero sempre pagare la loro giusta quota e questa nuova tassa legale garantirà che siano legalmente obbligate a fare proprio questo”.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

100
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis