Il regolatore del Regno Unito emette un’azione normativa di £ 490.000 a PPB

Il regolatore del Regno Unito emette un'azione normativa di £ 490.000 a PPB

PPB Counterparty Services Limited, comunemente nota come Paddy Power e Betfair, deve pagare una multa di £ 490.000 alla UK Gambling Comission (UKGC) per il marketing a clienti che si sono autoesclusi, il che significa che hanno riconosciuto di avere un problema nel controllare il loro gioco e hanno chiesto che l’operatore rifiuta il loro servizio.

Inviata accidentalmente una notifica push:

Paddy Power Betfair ha informato l’autorità di regolamentazione del gioco d’azzardo del Regno Unito che nel novembre 2021 aveva accidentalmente inviato una notifica push di aumento delle quote per le scommesse su una partita di calcio della Premier League inglese dalla sua app ai dispositivi Apple collegati agli account dei clienti che si autoescludevano tramite Gamstop. Tuttavia, la società ha anche affermato che ciò era dovuto a un errore umano e che non l’avevano fatto apposta.

Dopo l’indagine, l’UKGC ha deciso che PPB non aveva agito conformemente ai paragrafi 2 e 3 della disposizione del codice di responsabilità sociale (SRCP) 3.5.3. e che ha violato le regole della Commissione che richiedono alle società di gioco d’azzardo di adottare tutte le misure ragionevoli per evitare che qualsiasi materiale di marketing venga inviato a un cliente autoescluso e di adottare misure per eliminare il nome e i dettagli di un cliente autoescluso da qualsiasi attività di marketing banche dati entro due giorni dal ricevimento di un avviso di autoesclusione compilato.

Commentando la multa, Kay Roberts, direttore esecutivo delle operazioni della Commissione per il gioco d’azzardo, ha dichiarato: “Sebbene non ci siano prove che il marketing fosse intenzionale, né che tutte le persone con app abbiano visto la notifica o che i clienti autoesclusi fossero autorizzati a giocare, noi prendere sul serio tali violazioni. Consigliamo a tutti gli operatori di imparare dai fallimenti dell’operatore e garantire che i loro sistemi siano sufficientemente robusti da impedire sempre ai clienti autoesclusi di ricevere materiale promozionale”. Ian Brown, CEO di Flutter UK & Ireland, ha aggiunto: “L’ambizione di Flutter è guidare l’industria nel gioco d’azzardo più sicuro e ci scusiamo per questo errore. La notifica push in questione è stata inviata per errore e, una volta scoperta dal nostro team, abbiamo preso provvedimenti immediati per correggere il problema e avvisare in modo proattivo la Gambling Commission. Sappiamo che né Paddy Power né il regolatore hanno ricevuto reclami sul messaggio. Continuiamo a lavorare a stretto contatto con la Gambling Commission in tutte le aree e ci impegniamo a operare ai massimi livelli di responsabilità possibili”.

Inoltre, non è ancora noto quanti clienti abbiano effettivamente visto la notifica perché per vederla è necessario che sia installata l’app Paddy Power e che siano consentite le notifiche push.

Accettazione della sanzione e ammissione della colpa:

La società ha riconosciuto il proprio errore e ha accettato la sanzione. Tuttavia, inizialmente non era così, poiché ha presentato ricorso contro la decisione dell’UKGC. Ma l’appello è stato ritirato in seguito alla decisione della società di pagare una multa sostitutiva di £ 490.000.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0