Iniziativa sulle scommesse sportive sospesa in California

Iniziativa sulle scommesse sportive sospesa in California

A seguito del fallimento delle elezioni del 2022 in California, un’altra iniziativa sulle scommesse sportive per legalizzare le scommesse sportive nello stato è stata recentemente sospesa. Il portavoce dell’iniziativa Kasey Thompson ritiene che la ragione principale per cui l’iniziativa elettorale non venga lanciata è l’opposizione delle tribù dei giocatori della California. Come riportato da PlayUSA, il presidente della Californian Nations Indian Gaming Association James Siva critica il tardivo rinvio dell’iniziativa alle tribù.

Mancanza di sostegno all’iniziativa:

Kasey Thompson, portavoce dell’iniziativa, ha detto alla fonte: “Questa iniziativa avrebbe dovuto essere rivolta alle tribù, ma sta solo causando divisione. Non è mai stata questa la mia intenzione. Ora vedo che l’unità necessaria non sta arrivando, quindi mantengo la mia parola e non vado avanti. Lo tiro per intero. Come riportato, Kasey era in dolce attesa sostegno tribale a andare avanti con l’iniziativa di avere il votazione sulle scommesse sportive organizzato in California ancora nel 2024. Secondo quanto riferito, ha affermato di non poter procedere a causa della crescente opposizione tra le 110 tribù della California riconosciute a livello federale.

Secondo quanto riferito, Thompson obietta di essersi ripreso dall’iniziativa perché non poteva iniziare raccolta firme rispettare il termine per la presentazione delle considerazioni di voto da parte delle competenti autorità statali. Ha detto alla fonte di aver assunto la migliore azienda californiana per raccogliere e stampare 1,2 milioni di firme di firmatari come richiesto per una votazione, ma non riuscì a convincere le tribù ad aderire all’iniziativa. “Abbiamo provato di tutto fino alla fine, ma sembra che ci sarebbero soldi da parte delle tre grandi tribù contrarie, rendendo impossibile il passaggio alle elezioni pubbliche”, avrebbe detto. “L’unica cosa che creerei da qui è una guerra civile.”

Gioco d’azzardo sul supporto tribale:

Ma la fonte riferisce che Thompson non fece stampare una sola firma ma piuttosto apporre una firma la commissione per il provvedimento di voto e aspettò che le tribù si unissero e spingessero la campagna. Come riportato, ha confermato di non voler creare una società per iniziare a raccogliere firme perché gli costerebbe 5 milioni di dollari. Secondo quanto riferito, ha detto: “L’avevo installato, pronto a partire. Potrei averli per strada domani. Ma con le tribù le cose non andavano bene. Semplicemente non lo vogliono quest’anno. Invece, ha optato per raccogliere prima il sostegno tribale e poi potenzialmente lanciare l’azienda e la campagna elettorale. Secondo quanto riferito, questo ha dato alle tribù poco tempo per riflettere la proposta.

Il presidente della California Nations Indian Gaming Association (CNIGA) James Siva ha detto a PlayUSA: “Penso che sia stato il suo errore più grande, la linea temporale che ha lasciato alle tribù e agli altri suoi partner. Il modo in cui hanno presentato la richiesta e la sequenza temporale che hanno creato non è stato vantaggioso per nessuno. Le tribù sono sempre disposte a conversare. Ma quando ci metteremo con le spalle al muro, faremo ciò che è necessario per proteggere la nostra esclusività, che è un’estensione della nostra sovranità, la cosa più importante per noi”.

Come riporta la fonte, Thompson sperava di lanciare la campagna basata sul discussioni non vincolanti tenuto con il Pala Banda degli Indiani della Missioneche si è astenuto dal rilasciare comunicati stampa riguardanti un’iniziativa di scommesse sportive nell’ottobre 2023. Thompson e Reeve Collinscofondatori di Pala Interattivaproceduto e ha presentato un’iniziativa più tardi quel mese senza alcun coinvolgimento tribale, secondo PlayUSA.

Offerta di proprietà sulle risorse di gioco offshore:

La stessa fonte riferisce che l’iniziativa richiedeva una modifica costituzionale per garantire la diritto esclusivo tribale sulle scommesse sportive ma le tribù più grandi della California hanno mantenuto la loro precedente posizione secondo cui non avrebbero intrapreso un’iniziativa del genere nel 2024. Come riportato, Thompson e Collins hanno anche offerto alle tribù di utilizzare l’iniziativa per acquisire il titolo di attività di gioco offshore nello stato. Sebbene il Pala Interactive possa presumibilmente utilizzare questa disposizione come veicolo per incanalare il denaro proveniente da operatori illegali verso lo stato, i leader tribali avrebbero rifiutato di sfruttare la loro buona reputazione pulire le app di gioco illegali.

Thompson ha poi modificato l’iniziativa per incanalare l’intero Tassa del 25%. al Fondo fiduciario per la condivisione delle entrate tribù. Come riportato da PlayUSA, queste tribù sostenne l’iniziativa e indusse la divisione tra le tribù. Infine il CNIGA ha risolto il problema con 37 voti su 52 opporsi alla proposta. Il Presidente del CNIGA avrebbe così commentato: “Non si è mai trattato di una questione di grandi tribù contro piccole tribù. Si è sempre trattato di cercare di mantenere l’unità che abbiamo costruito. Sono entrati e hanno scosso un po’ la gabbia, ma non credo che questo abbia mai portato a una guerra civile”.

Prospettive future:

Di conseguenza, nessuna delle tribù ha dato sostegno pubblico all’iniziativa. Allo stesso tempo, Thompson ha affermato di aver commesso un errore non facendo riferimento alle tribù in una fase precedente del processo. Secondo quanto riferito, ha commentato: “Farei molte cose diversamente. Avrei coinvolto le tribù molto prima e avrei lasciato la cosa nelle loro mani fin dall’inizio. Non mi imporrò loro, ma offrirò tutti i consigli che vorranno. Mi piacerebbe lavorare con loro in futuro.”

Shiva non nega tale possibilità. Secondo quanto riferito, avrebbe detto che le tribù dovrebbero essere quelle a proporre un ballottaggio sulle scommesse sportive in California, a quanto pare con tale proposta fattibile nel 2026 o nel 2028. “Penso che probabilmente avranno una dura battaglia per ricucire quel rapporto, ma non dirò che sia impossibile che accada.” Secondo quanto riferito, Siva ha detto.

Ha aggiunto: ”Le ultime elezioni, le grandi aziende come FanDuel e DraftKings erano in quella posizione. E questa volta si sono opposti a questa iniziativa e hanno sostenuto la posizione tribale, quindi penso che stiano cercando di riparare quelle relazioni dalla Prop 27. Questa è un po’ diversa, ma c’è sempre la possibilità che possiamo unirci. Si tratta di tribù che continuano a mantenere il proprio destino e a fare la cosa giusta al momento giusto”.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

100
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis