Krolicki chiede a MGM e Caesars i dettagli dell’attacco informatico

Krolicki chiede a MGM e Caesars i dettagli dell'attacco informatico

In seguito ai recenti attacchi informatici contro MGM International e Caesars Entertainment Inc. e ai pochi dettagli forniti dalle società colpite, il commissario per il gioco d’azzardo del Nevada Brian Krolicki avrebbe chiesto dettagli sugli attacchi hacker affrontati dai due fornitori di servizi di gioco e tempo libero di alto livello.

Domande sollevate:

La richiesta viene dopo l’ speculazioni con cui si è concluso l’attacco informatico di fine agosto Cesare pagando $ 15 milioni agli intrusi informatici, nonché i calcoli relativi al perdita sostenuto e il denaro del riscatto essere pagato da MGM dopo l’attacco iniziato il 10 settembre e terminato il 21 settembre.

Secondo il Las Vegas Review-Journal, Commissione per il gioco d’azzardo”La riunione tenutasi lo stesso giorno ha affrontato la questione. A conclusione dell’incontro, Brian Krolicki avrebbe detto: “In questo momento, la priorità è semplicemente recuperare e garantire che gli utenti siano integri e che i sistemi siano sicuri. Ma penso che ad un certo punto, quando ci sarà l’energia e la comprensione di ciò che è appena accaduto, se potessimo ottenere una sorta di briefing su ciò che è accaduto che sia appropriato per la documentazione pubblica e forse per una politica futura”.

Lo hanno rivelato MGM e Caesars pochi dettagli sugli incidenti e non ha commentato le osservazioni di Krolicki, secondo la fonte. Tuttavia, secondo quanto riferito, il 21 settembre la MGM ha affermato che la maggior parte delle sue operazioni a Las Vegas sono andate a buon fine tornare alla normalità, con i sistemi di carte di credito di nuovo online. Secondo quanto riferito, una banda di hacker con sede in Russia si è presa il merito dell’attacco informatico che è costato all’azienda $ 4,2 milioni e $ 8,4 milioni al giorno. Come riportato, il danno avrebbe potuto essere più esteso, ma la MGM ha risposto rapidamente e ha chiuso le slot machine.

Sistema alternativo utilizzato durante l’attacco:

Il portavoce della MGM ha spiegato che il problema della carta di credito derivante dall’attività degli hacker è stato aggirato utilizzando un sistema dedicato per le circostanze date. Tale sistema prevede che i nomi e i numeri delle carte di credito siano scritti e conservati sotto chiave da elaborare ed eventualmente distrutto più tardi. Secondo la fonte, tutte le operazioni sono state eseguite manualmente fino al ripristino del sistema online. Secondo quanto riferito, alcuni ospiti hanno sollevato ulteriori preoccupazioni riguardo alla potenziale esposizione pubblica dei loro dati personali.

Risposte del periodo di commento pubblico Risposte:

Ci sono molte domande a cui rispondere, ma la richiesta di Krolicki è stata avanzata durante un periodo di commento pubblico e la MGM è rimasta in silenzio sui dettagli dell’attacco. Krolicki ha quindi posto alla Commissione ulteriori domande a cui rispondere per il futuro rinvio.

Secondo quanto riferito, ha chiesto: “Come possiamo evitare queste cose se accadono, quali sono gli schemi di segnalazione? Sono stati immediatamente segnalati al Gaming Control Board? Ci sono molte domande e molta pubblicità. È una storia globale e credo che spetterebbe a tutti noi capire cosa è appena successo”.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

100
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis