La Camera tailandese prenderà in considerazione la legge sulla legalizzazione dei casinò il 28 marzo

La Camera tailandese prenderà in considerazione la legge sulla legalizzazione dei casinò il 28 marzo

La Camera dei Rappresentanti della Thailandia dovrebbe rivedere una legislazione per legalizzare ufficialmente i giochi da casinò in Thailandia il 28 marzo, sulla base delle informazioni fornite nel rapporto del quotidiano Nation del 19 marzo, citando il commento del vice ministro delle finanze, Julapun Amornvivat.

Lo studio che ha portato alla fattura:

Nel caso in cui il Casa convalida la suddetta fattura, la stessa verrà archiviata al Gabinetto nazionale tailandese per la convalida. A questo proposito, Signor Julapun ha dichiarato secondo GGRAsia: “Il disegno di legge è stato redatto e presentato alla Camera. Il prossimo passo dipenderà dalla decisione della Camera. Se la Camera lo approverà, lo trasmetterò al Consiglio dei Ministri per deliberare e la decisione finale dipenderà dal Consiglio dei Ministri.”

Tuttavia, il rapporto non specifica quale ruolo, se del caso, avrà l’ Senato giocherà nella revisione del disegno di legge.

All’inizio di questo mese, a commissione della Camera designata ha completato uno studio sul tema della legalizzazione dei casinò. Inoltre, lo studio è andato in onda su Assemblea per la durata di pochi anni. Il Comitato ha ora riassunto le sue scoperte nella legislazione di cui si dice sia composta 10 capitoli E 68 articoli.

Secondo lo studio, se nel paese venissero costruiti dei casinò, il spesa media da parte dei turisti potrebbe aumentare 52% A 65.050 THBche è approssimativamente US $ 1.785riferisce Bloomberg, citando informazioni dallo studio.

Un altro articolo apparso su The Nation il 19 marzo, citando sempre il viceministro, affermava che l’agenzia nazionale di polizia tailandese, la Polizia reale tailandeseha suggerito che se i casinò dovessero essere legalizzati, l’accesso agli stessi dovrebbe essere ridotto per arginare problemi sociali come il gioco d’azzardo problematico e il riciclaggio di denaro da parte di coloro che violano la legge.

Secondo il rapporto, i clienti di qualsiasi casinò del paese dovrebbero avere l’obbligo di fornire informazioni riguardanti la loro nazionalità, situazione finanziaria ed età, secondo quanto raccomandato dalla polizia. Tuttavia, la polizia ha anche suggerito che le strutture del casinò fossero costruite solo a distanza da istituzioni educative e comunità locali.

La Camera dei Rappresentanti della Thailandia forma un comitato della Camera tailandese per esaminare la possibilità di casinò legali:

Passando ad altre notizie, nell’ottobre dello scorso anno, la suddetta Camera dei Rappresentanti ha concordato di istituire un comitato di 60 membri per esaminare la possibile apertura di strutture di intrattenimento, che coinvolgano i casinò, per affrontare l’annoso problema dei casinò non legali e migliorare l’economia del paese, come suggerito in una mozione presentata da parlamentari di diversi partiti.

Di conseguenza, gli operatori turistici non hanno nulla contro la legalizzazione ufficiale dei casinò nel paese. Tuttavia, sono più preoccupati che i benefici di ciò possano essere più evidenti in alcuni gruppi di interesse. Inoltre, gli operatori di Phuket ritengono che l’intero business dei casinò dovrebbe essere collocato nelle province di secondo livello invece che nelle principali destinazioni turistiche.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0