La commissione del Senato brasiliano approva la legalizzazione del gioco d’azzardo

La commissione del Senato brasiliano approva la legalizzazione del gioco d'azzardo

Con una mossa storica, la Commissione Costituzione e Giustizia del Senato brasiliano (CCJ) ha approvato la legalizzazione dei casinò, dei bingo e del jogo do bicho. Il disegno di legge 2.234/2022 del senatore Irajá ha ricevuto 14 voti favorevoli e 12 contrari. Questo disegno di legge passerà ora all’Assemblea plenaria della Camera e, salvo eventuali modifiche, procederà all’approvazione presidenziale.

Questa decisione arriva dopo numerosi ritardi e resistenze da parte degli oppositori del gioco d’azzardo legalizzato. Alla fine il CCJ ha votato la proposta del Senatore Irajá, che mira a introdurre il gioco d’azzardo nel quadro giuridico del Brasile.

Durante i colloqui di apertura, il senatore Irajá ha sottolineato i potenziali benefici sociali ed economici della legalizzazione del gioco d’azzardo. Ha esortato i suoi colleghi senatori a considerare questi vantaggi, evidenziando esempi di successo provenienti da città come Las Vegas, Cancún e Macao, così come da altri paesi dell’America Latina. “Tutti i paesi democratici e civili come il Brasile, che regolamentavano il gioco e le scommesse, hanno detto basta al gioco d’azzardo illegale e sono cresciuti socialmente ed economicamente”, ha affermato.

Il senatore ha sottolineato che tra i paesi del G20, solo l’Arabia Saudita e l’Indonesia, insieme al Brasile, non consentono il gioco d’azzardo, principalmente a causa della loro maggioranza islamica. Tra i membri dell’OCSE, solo l’Islanda non ha un settore del gioco d’azzardo legalizzato.

“Nessun paese che ha legalizzato il gioco d’azzardo è tornato a regolamentare l’attività, il che dimostra che i benefici sono visibili. Tra questi, la riscossione delle tasse e la creazione di posti di lavoro formali. Oggi in Brasile, il solo jogo do bicho fornisce più di 1 milione di posti di lavoro informali e i giochi illegali operano all’ombra della legge senza riscuotere tasse”, ha osservato il senatore Irajá, secondo Games Magazine Brazil.

Lo aveva previsto La legalizzazione del gioco d’azzardo potrebbe generare circa 22 miliardi di R$ (4,05 miliardi di dollari) all’anno in tasse dirette. “Chi non vuole il gioco d’azzardo legale, con limiti, criteri, accreditamenti e controlli, favorisce il gioco d’azzardo illegale. Qual è il vantaggio del gioco d’azzardo clandestino? Nessuna”, ha concluso.

Nonostante gli sforzi dell’opposizione per influenzare i senatori indecisi con quelli che Irajá ha descritto come argomenti infondati, la commissione ha votato con 14 voti favorevoli e 12 contrari a favore del disegno di legge, riflettendo un progresso significativo nel processo legislativo. Il disegno di legge sarà ora presentato alla Plenaria del Senato.

Due anni di lavoro

Il disegno di legge 2.234/2022, inizialmente presentato alla Camera dei Deputati come disegno di legge 442.91 nel 1991, è all’esame del Senato dal 2022. La proposta consente la creazione di casinò nelle aree turistiche e di complessi ricreativi integrati, come hotel di lusso, ristoranti, bar e luoghi per eventi culturali.

Il disegno di legge specifica che può essere istituito un casinò in ogni stato e nel Distretto Federale, con le eccezioni di San Paolo, che può avere fino a tre casinò, e Minas Gerais, Rio de Janeiro, Amazonas e Pará, che possono averne fino a due. ciascuno, proporzionale alla loro popolazione o dimensione del territorio.

I casinò possono essere situati anche su navi marittime, con un limite nazionale di dieci, e su battelli fluviali con almeno 50 stanze. Queste ultime saranno soggette a regolamentazioni specifiche in base alla lunghezza dei fiumi su cui operano e non potranno rimanere ancorate nella stessa località per più di 30 giorni consecutivi.

Inoltre, la proposta stabilisce norme per i giochi di bingo, sia di carte che elettronici, consentendo a una persona giuridica ogni 700.000 abitanti in ciascuno stato di essere accreditata per gestire questi giochi. Questi le autorizzazioni avranno validità 25 anni e potranno essere rinnovate per un periodo equivalente. Anche le operazioni di corse di cavalli vedranno cambiamenti, con gli enti accreditati dal Ministero dell’Agricoltura che potranno gestire giochi di bingo e video bingo contemporaneamente alle corse di cavalli.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0