La commissione per il gioco d’azzardo ha multato il gioco d’azzardo 32Red e Platinum

fine

Le filiali di Kindred Group plc, 32Red Limited e Platinum Gaming Limited, hanno violato la responsabilità sociale e le leggi antiriciclaggio e, per questo motivo, sono state multate per 7,1 milioni di sterline.

32red.com, il proprietario di 32Red Limited, deve pagare una multa maggiore di £ 4.195.655. La multa di Platinum Gaming Limited è inferiore: la società deve pagare £ 2.937.599.

Dopo un’indagine della Commissione, il mandato ufficiale viene rilasciato a entrambe le società.

Fallimenti della responsabilità sociale:

Tra le violazioni vi sono alcune gravi violazioni di responsabilità sociale. 32Red non ha identificato tempestivamente i clienti che potrebbero aver subito danni legati al gioco d’azzardo in passato e non è riuscito a riconoscere alcuni giocatori che avevano il potenziale per diventare giocatori problematici. Lo stesso è successo con Platinum Gaming.

Le interazioni dei clienti di 32Red non sono state attentamente monitorate e l’azienda si è fidata dei clienti che potevano permettersi il gioco d’azzardo senza doppi controlli.

Anche Platinum Gaming ha fallito: la società ha permesso ai clienti di avere molti account con nomi diversi, anche quelli che sono stati bannati o autoesclusi sulla piattaforma 32Red.

Violazioni antiriciclaggio:

Quando si tratta di violazioni dell’antiriciclaggio, 32Red non ha implementato le misure richieste. Alcuni dei clienti dell’azienda erano a rischio finanziario e l’azienda non è riuscita a identificarli e segnalarli. Le recensioni degli account dei clienti sono state molto elevate, il che ha impedito all’azienda di adottare misure efficaci. Ha consentito ai clienti di scommettere enormi quantità di denaro in un breve lasso di tempo e gli operatori non sono stati in grado di controllarlo e impedirlo.

32Red aveva richieste Source of Funds (SOF) e Source of Wealth (SOW). Tuttavia, non sono stati rispettati, quindi i clienti hanno potuto depositare fondi e giocare d’azzardo sulla sua piattaforma prima che l’operatore lo consentisse. Inoltre, uno degli account sulla piattaforma dell’azienda non è stato bloccato alla scadenza del termine per l’invio delle informazioni richieste. Quell’utente ha continuato a giocare d’azzardo, spendendo £ 16.280, con una perdita di £ 8.321, per due settimane prima che l’account fosse bloccato.

Anche i fondi della Financial Conduct Authority (FCA) non erano controllati dalla società.

Quando si tratta di Platinum Gaming, le loro politiche, procedure e controlli non erano conformi all’antiriciclaggio. L’azienda non ha rivisto e rivisto le proprie politiche, procedure e controlli, che non sono stati efficaci.

Il direttore esecutivo della Gambling Commission, Kay Roberts, ha dichiarato: “Questi fallimenti evidenziano chiaramente che entrambi gli operatori non sono riusciti a interagire con i clienti in un modo che riduce al minimo il rischio che subiscano danni associati al gioco d’azzardo. Le nostre indagini hanno anche dimostrato che le politiche e le procedure sono state trascurate, sia per quanto riguarda i conti dei clienti che per le pratiche antiriciclaggio. In definitiva, è un esempio di cui tutti gli operatori di gioco d’azzardo dovrebbero tenere conto per assicurarsi di proteggere i propri clienti in ogni momento”.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0