La Corte degli Stati Uniti ha stabilito che Okada Manila non ha più accordi con 26 Capital

La Corte degli Stati Uniti ha stabilito che Okada Manila non ha più accordi con 26 Capital

Il giudice del Delaware ha stabilito il 7 settembre 2023 che Okada Manila, il più grande casinò delle Filippine, non è obbligato a completare un accordo di fusione di una società di acquisizione per scopi speciali (SPAC) con la 26 Capital Acquisition Corp con sede negli Stati Uniti di proprietà di Jason Ader, poiché Lo riferisce la Reuters.

Okada Manila non deve completare l’affare

Il vicecancelliere Travis Laster secondo quanto riferito, lo ha detto Il proprietario di Okada Manila, la giapponese Universal Entertainment Corp non era obbligato a completare l’accordo di fusione del 2021 della sua affiliata Okada Manila con 26 Capitale in quanto quest’ultimo “ha tenuto una condotta che non dovrebbe essere ricompensata” richiedendo la chiusura dell’affare. Come riportato, Laster ha lasciato la possibilità a 26 Capital di chiedere un risarcimento danni da considerare in un secondo momento.

Accuse podaliche contro le entità di Okada Manila

Nei casi di fusione portati dinanzi ai tribunali del Delaware è stato spesso stabilito che gli accordi di fusione fossero completati dalle parti. Jason Ader ha intentato una causa contro le entità di Okada Manila Tiger Resort Asia Ltd, Tiger Resort, Leisure and Entertainment Ltd, UE Resorts International Inc, E Progetto Tiger Fusione Sub Inc nel Corte di cancelleria del Delaware nel febbraio 2023 per il presunta violazione degli obblighi contrattuali derivanti dall’operazione di fusione.

Okada Manila ha risolto l’accordo

Le entità Okada Manila secondo quanto riferito, hanno risolto l’accordo di fusione il 30 giugno 2023. Come riportato da IAG, le entità di Okada Manila hanno dichiarato che la risoluzione è stata la conseguenza di “varie violazioni sostanziali dell’accordo di fusione e condotta fraudolenta da parte di 26 Capital… che sono state scoperte nel corso del contenzioso. “

Una sentenza opposta potrebbe violare l’ordinanza della Corte Suprema filippina

Secondo quanto riferito, il tribunale del Delaware ha spiegato che l’ordine di chiudere l’affare potrebbe violare l’aprile 2022 Ordinanza della Corte Suprema filippina Quello Kazuo Okada, il fondatore della Universal Entertainment Corp, ritorna alla posizione di amministratore delegato di Okada Manila. IAG considera l’ordine della Corte Suprema filippina controversoma il vicecancelliere Laster ha affermato che la decisione di chiudere l’accordo sarebbe stata accettata premiare la condotta scorrettacome riportato da Reuters.

“Cospirazione per fuorviare la Universal” da 275 milioni di dollari

Secondo quanto riferito, il vicecancelliere ha spiegato che i proprietari dell’entità Okada Manila non sono mai stato informato che il loro consulente per l’affare Alex Eisman, il fondatore di Fondo speculativo Zama Capitalaveva più di Proprietà al 60%. in una delle 26 affiliate di Capital. Come riportato, Laster lo ha spiegato Eisman sarebbe interessato per organizzare un accordo con il casinò poiché sarebbe vantaggioso per le sue attività di investimento. Il Vice Cancelliere ha definito l’accordo un “accordo basso” e ha ritenuto che la collaborazione di Eisman con 26 Capital rappresentasse “una cospirazione per fuorviare la Universal”, secondo Reuters.

Nessuno dei 26 rappresentanti di Capital o Okada Manila ha commentato il verdetto sul caso dell’accordo di fusione per il casinò Okada Manila. Se l’accordo fosse stato chiuso, secondo quanto riferito avrebbe generato $ 275 milioni per il casinò resort multimiliardario che opera nella capitale filippina dal 2016.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0