La FTC chiede conformità ai resort MGM durante le indagini

La FTC chiede conformità ai resort MGM durante le indagini

La Federal Trade Commission (FTC) ha intrapreso un’azione legale contro MGM Resorts International, presentando un’istanza presso la Corte distrettuale degli Stati Uniti in Nevada. La petizione mira a costringere MGM Resorts a rispondere a una richiesta investigativa relativa a un attacco informatico avvenuto a settembre. MGM Resorts si è mostrata riluttante a conformarsi alla richiesta di indagine civile (CID) emessa dalla FTC.

Affermazione e richiesta della FTC:

Nella sua petizione, la FTC ha sottolineato la necessità che l’autorità giudiziaria conduca un’indagine approfondita e tempestiva. L’agenzia ha dichiarato: “L’applicazione giudiziaria è necessaria affinché il personale della FTC possa condurre le proprie indagini in modo completo e rapido”. La FTC ha chiesto al tribunale di emettere un’ordinanza che imponga a MGM Resorts di comparire e giustificare il suo rifiuto di conformarsi alla CID. Successivamente, la FTC richiede un’ordinanza che obblighi MGM Resorts a produrre i documenti e le informazioni specificati nel CID.

La FTC ha evidenziato la storia di MGM Resorts violazioni della sicurezza dei daticompresi gli incidenti che hanno compromesso le informazioni personali dei consumatori a partire dal 2019. L’agenzia ha osservato che la violazione più recente si è verificata nel settembre 2023, con una precedente violazione segnalata nel febbraio 2019. Questi incidenti sottolineano la preoccupazione della FTC e la necessità di un’indagine approfondita.

Inoltre, la FTC lo ha richiesto Resort MGM rispondere al CID entro 10 giorni dall’ordinanza del tribunale che intende ottenere. Questo lasso di tempo sottolinea l’urgenza con cui la FTC intende procedere con le indagini sull’incidente dell’attacco informatico.

La risposta della MGM e la sfida legale:

In risposta alla petizione della FTC, un portavoce di MGM Resorts ha detto: “Abbiamo lavorato con le forze dell’ordine federali fin dall’inizio e abbiamo seguito la guida del governo rifiutandoci di pagare un riscatto e di ricompensare i criminali per le loro azioni orrende”, ha affermato il portavoce. MGM Resorts ha sottolineato che le sue azioni erano in linea con la protezione dei dati dei consumatori e la sicurezza nazionale, criticando l’approccio della FTC come potenzialmente incoraggiando i criminali.

La controversia legale tra MGM Resorts e la FTC va oltre la questione della conformità. MGM Resorts ha una causa pendente contro la FTC e il suo presidente, Lina Khan, presso il tribunale distrettuale del Distretto di Columbia. La causa contesta il coinvolgimento della presidente Khan nelle indagini, citando la sua presenza all’MGM Grand durante l’inchiesta incidente di attacco informatico. La MGM Resorts chiede la squalifica di Khan dalla partecipazione alle indagini, sostenendo la tutela dei loro diritti al giusto processo.

Inoltre, MGM Resorts ha contestato l’applicabilità di alcune regole della FTC, in particolare la “Red Flag Rule” e la “Safeguards Rule”, tipicamente imposte agli istituti finanziari. Queste regole richiedono alle aziende di implementare programmi di prevenzione del furto di identità e di mantenere protocolli di sicurezza delle informazioni. MGM Resorts sostiene che le sue operazioni, inclusa l’emissione di gettoni per giocatori d’azzardo di alto livello, non rientrano nell’ambito di applicazione di queste regole.

Secondo il Las Vegas Review-Journal, la causa della MGM Resorts contro la FTC richiede a ragionevole proroga del termine rispondere al CID se l’indagine procede. La società afferma che molte delle categorie di informazioni richieste dalla FTC sono irrilevanti per l’incidente di attacco informatico, sostenendo un approccio più mirato alle indagini.

L’attacco informatico ai sistemi di MGM Resorts a settembre ha interrotto varie operazioni, tra cui slot machine, accesso alle camere tramite smartphone e sistemi di pagamento con carte di credito. Gli investigatori federali hanno diretto MGM Resorts di non pagare un riscatto richiesto da hacker ritenuti avere legami domestici. L’incidente ha portato all’elaborazione manuale delle transazioni con carta di credito e ha posto sfide operative significative per l’azienda.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0