La Nevada Gaming Board presenta una denuncia contro l’ex Grand President della MGM

La Nevada Gaming Board presenta una denuncia contro l'ex Grand President della MGM

In seguito alla dichiarazione di colpevolezza di Scott Sibella nel gennaio 2024 per aver violato il Bank Secrecy Act in relazione all’indagine federale sul bookmaking illegale, il Nevada Gaming Board ha ora presentato una denuncia contro un ex presidente del Resorts World Las Vegas quattro mesi dopo.

Le violazioni:

Prima di questa denuncia a tre, il dirigente del casinò era stato accusato di aver violato il Bank Secrecy Act e di essere coinvolto nell’indagine federale sul bookmaking illegale.

Sibella era il presidente del rinomato casinò del Nevada ed è stato licenziato dopo aver supervisionato l’apertura del casinò della Strip nel giugno 2021. Ora, quasi tre anni dopo, potrebbe pagare multe e sanzioni salate e rischiare fino a cinque anni di prigione.

Prima dell’apertura del popolare Resorts World, a Sibella era stata concessa una licenza limitata. Secondo l’agenzia, l’indagine era in corso quando ha chiesto e ottenuto la licenza. Solo un anno dopo è stato condotto un controllo approfondito dei precedenti e gli è stata concessa una licenza di gioco completa. Tuttavia, ulteriori indagini hanno rivelato alcune idee sbagliate durante il processo.

Sibella sì due opzioni: o raggiungi un accordo con il Consiglio o affronti un’udienza davanti alla Nevada Gaming Commission.

Tutto è iniziato nel 2018 quando Sibella era presidente dell’MGM Grand Las Vegas. Allora autorizzò i rappresentanti del marketing della società ad approvare il gioco di milioni di dollari al casinò a Wayne Nix, presumibilmente accusato di bookmaking illegale. Nix, un ex giocatore di baseball della lega minore, ha pagato il denaro dovuto in contanti, violando la politica antiriciclaggio di MGM Resorts International. Inoltre, Sibella non ha rispettato il controllo interno del casinò relativo alla segnalazione obbligatoria di attività sospette. Sibella si è dichiarata colpevole di queste accuse all’udienza della Corte distrettuale di gennaio a Los Angeles.

Come riporta il Nevada Independent, il Consiglio ha affermato in una denuncia: “Sibella non ha rispettato la politica antiriciclaggio di MGM Resorts International e non ha rispettato i controlli interni di MGM Grand che richiedevano a Sibella di segnalare attività sospette riguardanti Nix”.

Indagine e risultati:

L’indagine si è conclusa nel febbraio 2023, quando l’Organo di Controllo ne ha dato notizia all’opinione pubblica. Tuttavia, è stata una mossa insolita dopo la denuncia non l’avevo fatto stato ancora depositato.

L’8 maggio verrà pronunciata la sentenza e Sibella rischia fino a cinque anni di carcere, mentre MGM Grand e The Cosmopolitan dovranno pagare una multa di 7,45 milioni di dollari. Sono stati multati a causa delle azioni dei loro dipendenti in quel momento e della mancanza di programmi di conformità che avrebbero prevenuto e ridotto il riciclaggio di denaro sulle loro proprietà.

Genting Berhad, una società con sede in Malesia, possiede Resorts World Las Vegas e molti altri casinò Resorts World in Asia e New York.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0