La Tailandia ha interrotto l’energia elettrica in due città del Myanmar

myanmar

L’impresa statale thailandese, che si occupa della distribuzione dell’energia elettrica alle città del Myanmar, ha tolto la corrente a due città vicine al confine.

Un passo verso la sicurezza:

I funzionari thailandesi lo hanno fatto apposta, poiché le città di Shwe Kokko e Lay Kay Kaw sono coinvolte in importanti operazioni criminali. Queste due città presentano molti complessi utilizzati per il gioco d’azzardo e l’intrattenimento. E questo non sarebbe un problema se non si scoprisse che gli investitori cinesi, che erano a capo di questi complessi, non li usassero per truffare un gran numero di persone.

I complessi avevano offerto lavoro agli stranieri e, quando lo avevano accettato, erano stati costretti alla prigionia virtuale. Il loro compito era truffare le persone, offrendo loro varie losche offerte online come lavoratori di call center. Inoltre, gli sviluppatori sono stati accusati di essere coinvolti in varie attività di traffico di droga e esseri umani.

Montsak Kaew-orn, un capo della polizia nel distretto di Mae Sot, ha detto che l’elettricità nella cittadina di Myawaddy, che appartiene allo stato di Kayin, è stata interrotta lunedì a mezzanotte dall’autorità provinciale per l’elettricità della Thailandia. Tuttavia, non ha influenzato i complessi poiché possiedono i propri generatori.

Anupong Paochinda, ministro dell’Interno, ha affermato che il motivo dell’interruzione risiede nel fatto che il governo del Myanmar non ha voluto prolungare il contratto di fornitura con il governo thailandese. Le zone di sviluppo autonomo in cui si trovano i complessi sono controllate dagli investitori e dalla Border Guard Force, la milizia speciale di proprietà della minoranza etnica Karen.

Frazioni e illegalità:

Il governo statale non poteva utilizzare la sua autorità nella regione, che divenne terreno fertile per varie attività criminali, in particolare il traffico di droga. L’illegalità è molto visibile nella regione poiché gruppi come Karen richiedono autonomia politica, ma allo stesso tempo altre frazioni vogliono cooperare con numerose bande criminali. Il motivo principale per cui il governo finora non ha reagito è il fatto che le milizie erano dalla sua parte, riuscendo comunque a tenere a bada il conflitto.

La corrente a Shwe Kokko è stata interrotta in tutta la città per circa 30 secondi. Fu restaurato in tutti gli edifici principali, ma i complessi e gli altri edifici nelle parti esterne del paese rimasero senza elettricità. Tuttavia, KK Park, uno dei complessi del casinò, non ha reagito a questo.

D’altra parte, Montsak ha affermato che la Karen Border Guard Force continua a negoziare con il governo, sperando che il contratto venga rinnovato e che i cittadini riacquistino il potere. Ha commentato: “Se la trattativa non è fruttuosa, potremmo iniziare a vedere qualche impatto in una o due settimane”.

Come si afferma nel rapporto, il governo del Myanmar voleva che i funzionari thailandesi tagliassero l’elettricità. Tuttavia, i funzionari del Myanmar vogliono incontrarli per discutere il potenziale impatto delle recenti azioni poiché potrebbero portare a un aumento degli ingressi illegali nel paese e all’interruzione degli affari transfrontalieri, il che è vantaggioso per entrambe le parti.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0