Le Filippine rimangono nella lista grigia del GAFI nonostante i progressi in materia di AML/CFT

Le Filippine rimangono nella lista grigia del GAFI nonostante i progressi in materia di AML/CFT

Venerdì, la Financial Action Task Force (FATF), un organo di controllo finanziario globale, ha confermato che le Filippine rimangono nella sua “lista grigia” delle giurisdizioni sottoposte a un controllo approfondito. Nonostante ciò, il GAFI ha riconosciuto i significativi passi avanti compiuti dalle Filippine nel rafforzare il proprio quadro antiriciclaggio e antiterrorismo (AML/CFT).

Sviluppi e aggiornamenti recenti:

A seguito della sesta plenaria del GAFI, tenutasi a Singapore sotto la presidenza di T. Raja Kumar, l’organizzazione ha annunciato modifiche alla sua lista, rimuovendo la Giamaica e la Turchia dalla “lista grigia”. Tuttavia, le Filippine sono tra le 21 giurisdizioni che continuano ad essere attentamente monitorate.

Il GAFI ha osservato che le Filippine ha mostrato miglioramenti, in particolare nell’aumento delle indagini e dei procedimenti penali legati al riciclaggio di denaro, in conformità con i rischi individuati. Il paese ha inoltre rafforzato l’applicazione della titolarità effettiva requisiti di trasparenza E accesso facilitato alle forze dell’ordine ai record di dati pertinenti. Inoltre, è stata attivamente attuata la vigilanza basata sul rischio delle attività e professioni designate non finanziarie (DNFBP).

Secondo Inside Asian Gaming, nonostante questi progressi, il GAFI ha delineato carenze strategiche che richiedono ulteriore attenzione da parte delle Filippine:

– Garantire che i controlli AML/CFT riducano efficacemente i rischi associati alle visite ai casinò.

– Rafforzare le misure transfrontaliere nei principali mari e aeroporti per individuare false dichiarazioni valutarie e attuare azioni di confisca basate sulla valutazione del rischio.

– Aumento dei procedimenti giudiziari legati al finanziamento del terrorismo in linea con i rischi individuati.

Urgenza nell’attuazione:

Il GAFI ha sottolineato l’importanza che le Filippine attuino rapidamente il proprio piano d’azione per affrontare queste carenze, sottolineando che i termini per queste misure sono scaduti nel Gennaio 2023.

In risposta alle richieste del GAFI, il governo filippino, guidato da Il presidente Ferdinand Marcos Jr.si è impegnata ad adempiere a tutti gli obblighi da rimuovere dalla lista grigia entro la fine del 2024. Questo impegno è sottolineato da un Circolare Memorandum ordinando a 44 agenzie governative, inclusa la Philippine Amusement and Gaming Corporation (PAGCOR), di rivedere e soddisfare i requisiti necessari.

Alejandro Tengco, Presidente e Amministratore Delegato di PAGCOR, ha reso noto nel corso del G2E Asia che l’Avv. Wilma Eisma è stata nominata per supervisionare gli sforzi volti ad accelerare la rimozione delle Filippine dalla lista grigia del GAFI. Questa iniziativa sottolinea l’atteggiamento proattivo del governo nell’affrontare le sfide normative.

Come riportato dal GAFI, sono stati compiuti passi avanti significativi da giugno 2021, quando le Filippine si sono impegnate a rafforzare la cooperazione con il GAFI e Gruppo Asia/Pacifico sul riciclaggio di denaro (APG). La collaborazione in corso mira a rafforzare l’efficacia del regime AML/CFT delle Filippine, garantendo che siano messe in atto misure solide per combattere efficacemente i crimini finanziari.

Mentre le Filippine hanno compiuto notevoli progressi nel potenziare la propria Quadro AML/CFT, il paese rimane sotto il controllo del GAFI a causa delle carenze strategiche individuate. Con un fermo impegno da parte del suo governo e continui sforzi normativi, le Filippine sono pronte a raggiungere la conformità e a uscire dalla lista grigia affrontando le aree chiave delineate dal GAFI.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0