Le tribù chiedono al ministro degli Interni di negare il casinò a New Medford, OR

Le tribù chiedono al ministro degli Interni di negare il casinò a New Medford, OR

La tribù indiana Coquille continua a lottare per gestire il casinò a Medford, nell’Oregon, ma gli avversari nella California settentrionale e nell’Oregon meridionale rimangono fermi nelle loro obiezioni. La lotta è in corso da un decennio e nessuna delle due parti sembra disposta ad arrendersi.

Conformità all’Indian Gaming Regulatory Act:

Il sito proposto, di proprietà della tribù, attualmente ospita una pista da bowling, mentre la tribù vuole trasformarla in un casinò. Tuttavia, il problema principale è che non fa parte della riserva vicino alla costa dell’Oregon. Inoltre, la prenotazione si trova a più di 150 miglia dal sito.

Per iniziare a lavorare al progetto, l’Ufficio per gli affari indiani (BIA) del Dipartimento degli Interni deve approvarlo e il terreno dovrebbe essere affidato a un fondo fiduciario federale. La ragione di ciò risiede nell’Indian Gaming Regulatory Act (IGRA), che richiede che i casinò tribali siano ubicati nelle riserve, nella terra gestita dalla tribù, così come nella terra in affidamento.

Ma la tribù Karuk, la Cow Creek Band della tribù degli indiani Umpqua, la Elk Valley Rancheria e la Tolowa Dee-ni’ Nation pensano che il progetto non porterà nulla di buono alle tribù, poiché violerebbe la legge. La loro principale preoccupazione è che ciò trarrà entrate dai casinò nelle riserve e che altre tribù inizieranno a fare lo stesso. Secondo gli oppositori, gestire casinò tribali nelle aree urbane causerebbe danni irreparabili alle tribù e alle riserve, ancora di più se altre tribù negli Stati Uniti iniziassero a seguire le orme di Coquille.

Tuttavia, la tribù indiana Coquille non è l’unica a voler costruire un casinò al di fuori della riserva. Anche la tribù Siletz di Salem attende l’approvazione per affidare la propria terra a un fondo fiduciario.

Impatto su altri casinò tribali:

Come riporta la Jefferson Public Radio (JPR), Carla Keene, presidente della Cow Creek Band della tribù indiana degli indiani Umpqua, ha affermato in una recente intervista che le entrate del Seven Feathers Casino, di proprietà di Cow Creek, potrebbero diminuire del 25% se il casinò Coquille ottiene il via libera per procedere. Keen ha detto che la tribù usa quel denaro per finanziare servizi medici e altri servizi pubblici.

D’altro canto, Brenda Meade, presidente della tribù Coquille, ritiene che il governo debba rispettare la sovranità tribale. Ha detto: “È straziante che altre tribù, comprese le tribù della California, continuino ad attaccare la nostra sovranità e cerchino di limitare i nostri diritti di sviluppo economico all’interno dell’area di ripristino della riserva specificatamente definita dal Congresso. Il segretario Haaland e l’amministrazione Biden hanno espresso il loro sostegno alla sovranità tribale e confidiamo che onoreranno questo impegno per consentire il nostro continuo sviluppo economico”.

Deb Haaland, ministro degli Interni americano, ha deciso di andare avanti con il casinò dopo anni di rifiuti e aspettative, ma le altre quattro tribù non sono soddisfatte della decisione. Hanno affermato: “La vostra visita è anche coerente con l’impegno dichiarato del dipartimento di consultare in modo significativo le nazioni tribali colpite prima delle decisioni politiche che coinvolgono le tribù, così come con la promessa dell’amministrazione Biden di” proteggere la capacità di ogni persona nativa qui negli Stati Uniti. Stati a condurre una vita sicura, sana e appagante nelle loro terre d’origine”.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0