MGM Resorts riceverà una copertura assicurativa di 200 milioni di dollari

MGM Resorts riceverà una copertura assicurativa di 200 milioni di dollari

Secondo quanto riferito, l’analista di giochi di JMP Securities Jordan Bender stima che le perdite recentemente subite da MGM Resorts International a causa di un attacco informatico dell’11 settembre potrebbero essere coperte da una polizza assicurativa informatica da 200 milioni di dollari. Come riportato, gli analisti di Wall Street ritengono che la copertura sia sufficiente per rimediare all’interruzione dell’attività in otto stati e per onorare il pagamento del riscatto in sospeso.

Il riscatto potrebbe iniziare da 30 milioni di dollari:

Sebbene la società non abbia riconosciuto le sue intenzioni riguardo a tale pagamento, lo riporta il Nevada Independent Jordan Bender usato il Titoli JMP calcolo del team di tecnologia assicurativa per valutare il costo di un potenziale pagamento del riscatto per gli hacker potrebbe essere compreso tra $ 30 milioni e $ 50 milioni. Inoltre, l’importo di polizza assicurativa informatica secondo quanto riferito, è fissato a $ 200 milioni a seguito della recente stima di Jefferies Gaming analista David Katz che la MGM sta perdendo da 4,4 milioni di dollari a 8,8 milioni di dollari ricavi giornalieri dall’attacco.

Scenario simile per due società:

Resort MGM secondo quanto riferito, ha riconosciuto il attacco informatico l’11 settembre 2023. Hacker sconosciuti hanno interrotto le operazioni dell’azienda in otto stati e l’attacco ha colpito sale da gioco, operazioni alberghiere, buste paga e altre transazioni. Ha seguito l’attacco informatico Intrattenimento di Cesare da agosto effettuato in uno scenario simile. Ci sono state segnalazioni anonime secondo cui Caesars ha pagato $ 15 milioni riscatto, ma la società non lo ha confermato fino ad oggi.

Prevista una copertura assicurativa di 200 milioni di dollari:

Nella sua nota di ricerca pubblicata il 19 settembre, Bender avrebbe affermato che il l’assicurazione coprirebbe fino a quattro settimane di perdite e il potenziale pagamento del riscatto. Utilizzando le cifre di Katz, sembra che MGM Resorts potrebbe perdere circa 170 milioni di dollari di entrate in quattro settimane per avere il saldo della copertura assicurativa completa disponibile per il potenziale pagamento del riscatto.

“Se la violazione è completamente coperta dalla polizza, MGM dovrà sostenere costi minimi lungo il percorso e vedrà aumentare i premi assicurativi, ma equivarrebbe a una goccia nel mare per un’azienda che genera 4,7 miliardi di dollari di introiti”. [cash flow] quest’anno,” Secondo quanto riferito, Bender ha detto. Tuttavia, l’entità dei danni dovrebbe includere l’impatto sulle azioni della società poiché, secondo il Nevada Independent, Azioni di MGM Resorts sono diminuiti del 6% dopo l’attacco informatico per rappresentare a perdita di circa 850 milioni di dollari nel valore di mercato.

Cercando di tornare alla normalità:

L’azienda sta cercando di rimettersi in carreggiata al più presto possibile per non perdere più fatturato e clienti che, secondo Bender, in determinate circostanze potrebbero rivolgersi alla concorrenza. “Non conosciamo la tempistica in cui le operazioni torneranno alla normalità, ma i nostri controlli indicano che MGM sta ancora riscontrando problemi quotidiani che potrebbero persistere per un periodo di tempo”, Secondo quanto riferito, Bender ha scritto.

Allo stesso tempo, Caesars Entertainment non ha confermato segnalazioni anonime sull’effettuazione del pagamento del riscatto agli hacker. La società ha recentemente affermato che stava adottando misure “per garantire che i dati rubati vengano cancellati dall’autore non autorizzato, anche se non possiamo garantire questo risultato”, secondo la fonte.

Entrate a lungo termine al sicuro da danni:

Poiché MGM Resorts era già stato violato nel 2019, Caesars viene ora aggiunto all’elenco delle società di gioco e tempo libero violate nel 2022 per indicare il notevole attività fraudolenta nel cyberspazio dei giochi. Ma sembra che gli effetti a lungo termine non creeranno troppi problemi Secondo quanto riferito, Bender ha detto: “I precedenti storici hanno dimostrato che gli attacchi hacker alle carte di credito e alle informazioni personali all’interno di questo spazio non hanno avuto un impatto sostanziale sulle entrate a lungo termine e, a loro volta, le aziende hanno visto una ripresa del prezzo delle azioni.”

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0