Osaka potrebbe provare a combattere l’overtourism imponendo tariffe d’ingresso

Osaka potrebbe provare a combattere l’overtourism imponendo tariffe d’ingresso

Il turismo a Osaka è fiorente e ora la città è preoccupata per l’overtourism. Secondo il governatore Hirofumi Yoshimura, il governo della prefettura di Osaka sta addirittura valutando la possibilità di istituire tariffe di ingresso per i visitatori stranieri.

Piani fiscali:

A Osaka la tassa di soggiorno è già imposta sia ai turisti stranieri che a quelli nazionali. I fondi così ricavati verranno utilizzati per pulire le strade e sostenere le misure proposte contro l’overtourism.

È solo il primo passo verso l’integrazione di questo servizio in tutto il Paese. L’obiettivo principale è stabilire questa pratica prima dell’aprile 2025, quando inizierà l’Osaka-Kansai Japan Expo.

Come riporta il Japan Times, al momento questo programma non è regolamentato in Giappone, quindi prima di presentarlo ai visitatori stranieri, deve essere presentato al Ministero degli Affari Interni e delle Comunicazioni e ottenere l’approvazione del ministro.

Per imporre le tasse, il governo locale deve capire alcuni dettagli. Tra questi c’è la garanzia che il sistema di prelievo sia in linea con le convenzioni fiscali nazionali.

L’importo che i turisti dovranno pagare non è ancora noto, ma verrà deciso ad aprile, quando un gruppo di esperti prenderà la decisione finale.

Al momento, tutti i turisti che soggiornano in strutture che costano almeno 7.000 yen (47 dollari) a notte devono pagare una tassa che va da 100 yen (0,67 dollari) a 300 yen (2 dollari).

Secondo l’Asia Gaming Brief, si prevede che la tassa per gli stranieri sarà simile. Il Giappone non è l’unico paese asiatico a pensarlo: questo è il prossimo passo anche per la Tailandia, e l’isola di Bali in Indonesia ha già imposto le tasse.

Un progetto impressionante:

Il casinò resort di Osaka sarà situato sull’isola artificiale Yumeshima, dove si terrà anche l’Expo. L’apertura del casinò è prevista per l’autunno del 2030 e la sua costruzione costerà circa 13,5 miliardi di dollari. Il primo resort integrato del Giappone sarà sviluppato da due giganti del settore, la statunitense MGM Resorts e la società locale Orix Corp.

L’obiettivo del paese è attirare 60 milioni di turisti all’anno entro il 2030, e l’apertura di questo resort rappresenterà una grande pietra miliare verso tale obiettivo poiché si prevede che l’IR di Osaka attirerà circa 20 milioni di visitatori ogni anno.

Oltre a un impressionante casinò, il nuovo resort includerà hotel di lusso, tra cui MGM Osaka, MGM Villas e il MUSIIB Hotel. In totale, conterranno 2.500 camere. Oltre a ciò, i visitatori potranno godere di una serie di servizi, tra cui varie opzioni di cibo e bevande, uno spazio commerciale, nonché un centro benessere e fitness, aree commerciali e sale per banchetti.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0