SkyCity deve affrontare difficoltà finanziarie tra sfide crescenti

SkyCity deve affrontare difficoltà finanziarie tra sfide crescenti

SkyCity Entertainment Group, il principale operatore di casinò con sede in Nuova Zelanda ad Adelaide, Auckland e Queenstown, ha annunciato la sospensione dei suoi dividendi e ha rivisto al ribasso le sue previsioni sugli utili per l’anno fiscale corrente e per quelli futuri a causa di un calo dell’attività dei clienti.

In una recente comunicazione con gli investitori, SkyCity ha citato un “contesto economico costantemente difficile che incide sulla spesa dei clienti” come un fattore importante che contribuisce alla riduzione delle sue prospettive di utili. Inoltre, l’azienda è alle prese con ritardi nell’apertura dell’Horizon Hotel, un nuovo significativo sviluppo nel suo casinò di punta di Auckland. Inizialmente prevista per marzo, l’apertura dell’hotel è stata inizialmente posticipata a maggio e ora è prevista per agosto, secondo l’Australian Financial Review.

Inoltre, SkyCity ha avvisato gli investitori di quanto previsto pagamenti di dazi più elevati nell’Australia Meridionale a seguito di una sentenza della Corte Suprema. La corte ha stabilito che SkyCity aveva interpretato erroneamente gli obblighi fiscali associati al suo programma fedeltà.

Nonostante la recente ristrutturazione del suo casinò di Adelaide, SkyCity ha accettato di pagare una multa di 67 milioni di dollari per risolvere le accuse di aver facilitato attività di riciclaggio di denaro per miliardi di dollari. Questo accordo riflette i gravi problemi di conformità che la società sta affrontando.

Di giovedì, Le azioni di SkyCity sono crollate di quasi il 20% all’inizio delle negoziazioni ma è riuscito a recuperare leggermente, chiudendo la sessione mattutina in ribasso del 13,4%, o 22¢, a 1,39 dollari. Nell’ultimo anno, le azioni di SkyCity sono scese di circa un terzo, significativamente al di sotto del picco pre-pandemia di quasi 4 dollari.

SkyCity è sostanzialmente di proprietà di investitori istituzionali australiani, con Allan Gray che è il maggiore azionista con il 12,8%. Altri importanti stakeholder includono AustralianSuper, Investors Mutual, Yarra Capital Management e KKR.

La società di gioco ha previsto che i suoi utili sottostanti per i 12 mesi terminati il ​​30 giugno saranno compresi tra 280 milioni di dollari neozelandesi (260 milioni di dollari) e 285 milioni di dollari neozelandesi, una riduzione rispetto alla precedente previsione di 290 milioni di dollari neozelandesi a 310 milioni di dollari neozelandesi. Si prevede che i profitti varieranno da $ 120 milioni a $ NZ 125 milioniin calo rispetto alla previsione precedente di 125 milioni di dollari neozelandesi a 135 milioni di dollari neozelandesi.

Questa revisione al ribasso rispecchia una tendenza più ampia tra gli operatori di casinò, con concorrenti del settore come Crown Resorts e Star Entertainment che segnalano condizioni commerciali difficili. Le misure restrittive normative hanno scoraggiato molti high-roller internazionali, un segmento un tempo redditizio per questi casinò prima della pandemia di COVID-19.

Altre sfide in vista

Guardando al futuro, SkyCity prevede che il prossimo anno finanziario sarà ancora più impegnativo, con sottostante gli utili dovrebbero scendere tra i 250 e i 270 milioni di dollari neozelandesi. Queste stime includono le spese relative all’Horizon Hotel e all’implementazione delle normative sul gioco online in Nuova Zelanda.

In un annuncio separato all’ASX, SkyCity ha rivelato che le era stato concesso il permesso di appellarsi contro una sentenza riguardante i pagamenti delle tasse del casinò dovuti ad Adelaide. La società è stata coinvolta in una lunga disputa con il governo del Sud Australia sui termini di conversione dei punti fedeltà in crediti per le macchine da gioco. Se SkyCity dovesse perdere l’appello, potrebbe dover affrontare fino a 22,8 milioni di dollari di interessi di mora sui pagamenti dei dazi controversi.

SkyCity ha sospeso i suoi dividendi per l’anno fiscale in corso e quello successivo, al fine di “mantenere un solido livello di margine” per i suoi accordi sul debito, in particolare affrontando la multa di 67 milioni di dollari comminata dall’AUSTRAC e investendo 76 milioni di dollari neozelandesi nel suo casinò di Auckland. A giugno, il debito netto di SkyCity ammontava a 443 milioni di dollari neozelandesi, con 390 milioni di dollari neozelandesi disponibili in linee di debito non utilizzate.

Il mese scorso, SkyCity ha accettato di pagare la multa imposta dall’autorità australiana per i crimini finanziari, riconoscendo la sua incapacità di condurre un’adeguata due diligence sui clienti ad alto rischio nel suo casinò di Adelaide. L’AUSTRAC aveva accusato SkyCity di consentire agli utenti ad alto rischio di riciclare più di 4 miliardi di dollari attraverso il casinò.

La sanzione stabilita è inferiore all’accantonamento di 73 milioni di dollari che SkyCity aveva contabilizzato a febbraio. L’anno precedente, SkyCity ha svalutato il valore del casinò di Adelaide di 45,6 milioni di dollaririflettendo le continue sfide finanziarie e normative che l’azienda deve affrontare.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0