Un miliardario di Miami si oppone ai nuovi casinò di Miami Beach

Un miliardario di Miami si oppone ai nuovi casinò di Miami Beach

I casinò di Miami stanno attraversando molte difficoltà in questi giorni – e la questione più recente è stata l’intenzione di Jeff Soffer di ritirare la licenza rilasciata a Hallandale Beach e concederla al resort Fontainebleau Miami Beach.

Una lettera contro i casinò:

Ken Griffin, un hedge funder miliardario, non è d’accordo con questo e si oppone al disegno di legge che consentirà l’apertura della località di Fontainebleau. Griffin è uno dei maggiori donatori del partito repubblicano e un investitore immobiliare della Florida. È stato tra i primi a esplorare la ricchezza del sud della Florida quando ha iniziato a prosperare dopo il 2020. Successivamente, ha trasferito Citadel e Citadel Securities, che si trovavano a Chicago, a Miami, e quella decisione si è rivelata vincente.

Griffin ha scritto una lettera aperta al Miami Herald e l’ha definita “I casinò sono una cattiva scommessa per la Florida”. Ha affermato che i casinò rappresentano una minaccia per la prosperità dello stato e che è dimostrato che l’apertura di casinò porta a tassi di criminalità più elevati, una diminuzione del valore delle proprietà e un aumento della dipendenza dal gioco. Griffin ha indicato il Senate Bill 1054 e il House Bill 1127, progetti di legge che potrebbero consentire ai licenziatari di trasferire la licenza a un’altra proprietà entro un raggio di 30 miglia.

Da qualche anno Soffer sta cercando di trasferire la licenza dal suo casinò di Hallandale Beach, Big Easy Casino situato all’831 North Federal Highway, a Fontainebleau, situato al 4441 Collins Avenue a Miami Beach, anch’esso di proprietà della società di Soffer , Sviluppo di Fontainebleau.

Per aiutare la sua causa, ha donato $ 300.000 al Partito Repubblicano della Florida ed è stato coinvolto in varie azioni politiche. Ha anche fatto altre donazioni, tra cui $ 15.000 per il conservatorismo morale di principio.

Storia delle scommesse a Miami Beach:

Anche se Griffin non menziona Soffer nella sua lettera, è abbastanza ovvio di cosa stia parlando. Ha menzionato l’impatto negativo complessivo dei casinò nella zona e ha affermato che i progetti di legge sono contrari all’emendamento costituzionale del 2018, che dava agli elettori il diritto di determinare se il casinò sarebbe stato ampliato o meno.

Come riporta The Real Deal, ha scritto: “È un espediente legislativo creato da lobbisti e gruppi di interesse speciali che ignora palesemente la nostra voce come elettori e mette a rischio lo slancio della Florida”.

Ha anche paragonato la potenziale apertura del casinò di Miami Beach allo “scaricamento volontario di rifiuti tossici nelle Everglades”.

Nel 2017, gli elettori hanno deciso di vietare il gioco d’azzardo a Miami Beach e i funzionari della città hanno concordato con tale decisione, quindi da allora i casinò sono stati vietati.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

100
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis