VGCCC lancia un’azione normativa da 100.000 AU$ a MintBet

VGCCC lancia un'azione normativa da 100.000 AU$ a MintBet

MintBet, un sito di scommesse sportive registrato nel Victoria, deve pagare una multa di $ 100.000 alla Victorian Gambling and Casino Control Commission (VGCCC) per violazioni ricorrenti del Codice di condotta (Codice) del gioco responsabile del regolatore in associazione all’estensione dei tempi di gioco da parte del cliente. Il cliente ha giocato d’azzardo per una durata di 35 ore utilizzando il proprio conto online creato con MintBet per un periodo di circa cinquanta ore. Inoltre, alla fine del periodo di scommessa dell’utente, questi aveva perso $ 31.149 e aveva piazzato 327 scommesse.

Motivo della sanzione:

Il Comitato ha scoperto che le scommesse sportive non lo facevano cessare accettare scommesse da un cliente nonostante il cliente lo abbia mostrato segni di angoscia a cui può essere associato problema del gioco d’azzardoin quanto essenziale per loro Codice. Inoltre, MintBet disattivato account del cliente proprio come il cliente ha attivamente determinato che lo fossero subendo danni da loro attività di gioco d’azzardo.

Oltre a ciò, un’altra scoperta della Commissione è che anche il bookmaker ne ha messi alcuni sistemi Questi sistemi erano in atto per garantire che i giocatori vulnerabili non impazzissero completamente durante il gioco d’azzardo insufficienteil che è contrario a quanto prescritto dal citato Codice.

Oltre alla multa, il bookmaker sarà obbligato anche a fornire il VGCCC con una risposta su cosa miglioramenti farà al caso suo processi E sistemi. Successivamente, l’autorità di regolamentazione esaminerà la risposta di MintBet e deciderà se potrebbero essere necessarie ulteriori azioni.

Un campanello d’allarme per tutti i fornitori di giochi d’azzardo:

Scott May, vice amministratore delegato di VGCCC, ha commentato che la sanzione rappresentava un sveglia per ciascuno dei fornitori di giochi d’azzardo. Inoltre, secondo il comunicato stampa ufficiale, ha aggiunto: “I fornitori di gioco d’azzardo del Victoria devono rispettare i loro codici di condotta per il gioco d’azzardo responsabile. Esistono per proteggere le persone dai danni del gioco d’azzardo. Anche se accettano scommesse online, i fornitori devono monitorare e intervenire quando i clienti mostrano indicatori di disagio. Il gioco d’azzardo per un periodo prolungato è un indicatore chiave di disagio che può indicare un problema con il gioco d’azzardo. Ci sono gravi conseguenze per qualsiasi fornitore di giochi d’azzardo che non rispetta il proprio codice di condotta per il gioco d’azzardo responsabile. Non lo tollereremo”.

Coloro che sono preoccupati per il loro telefono e il gioco d’azzardo online possono ora rinunciare gratuitamente a qualsiasi fornitore di telefoni e scommesse online autorizzato ufficialmente in Australia registrandosi ufficialmente per BetStop – il Registro Nazionale dell’Autoesclusione.

Inoltre, coloro che temono che un fornitore di giochi d’azzardo non abbia agito in conformità ai suoi obblighi in materia di gioco d’azzardo responsabile, possono inviare una soffiata O reclamo al VGCCC.

VGCCC ritiene che i Crown Resort siano idonei a continuare a detenere la licenza del casinò di Melbourne:

Passando ad altre notizie, proprio la scorsa settimana, VGCCC ha considerato Crown Resort Ltd., il più grande gruppo australiano di gioco e intrattenimento, idoneo a mantenere la sua licenza di gioco, il che significa che gli sarà permesso di procedere alla gestione del suo casinò a Melbourne. L’idoneità di Crown per una licenza è stata rivista dopo le rivelazioni di una commissione reale vittoriana nel 2021, che ha scoperto che l’azienda aveva spianato la strada al riciclaggio di denaro e consentito a persone legate a sindacati della criminalità organizzata di scommettere sulla sua proprietà. Inoltre, secondo i risultati della commissione reale, l’azienda era “inadatta” a mantenere la sua licenza di gioco d’azzardo esistente a seguito del suo coinvolgimento in comportamenti “illegali, disonesti, non etici e di sfruttamento”.

Sebbene Fran Thorn, commissario della Victorian Gambling and Casino Control Commission, abbia commentato che l’azienda aveva precedentemente violato le norme di vigilanza, non era riuscita a gestire adeguatamente il rischio e aveva dimostrato che una cultura del reddito era più importante della sicurezza, ha anche commentato che l’autorità di regolamentazione statale avrebbe consentito Crown continuerà a operare di nuovo.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Pinterest
Reddit

CONFRONTO BONUS

Giri Gratis
100
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Giri Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0
Bonus Gratis
0